Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

False dichiarazioni per ottenere i buoni spesa: in 20 dovranno restituire i soldi|VIDEO

Nel corso dei controlli è emerso che uno dei richiedenti stava percependo indebitamente anche il reddito di cittadinanza

 

20 persone che hanno presentato autocertificazioni non veritiere sul reddito e quindi non compatibili per beneficiare dei buoni spesa. 

I Finanzieri del Comando Provinciale di Bologna hanno avviato i controlli nei confronti dei beneficiari dei buoni erogati dai Comuni alle famiglie in difficoltà e destinati all'acquisto di generi alimentari e di prima necessità. Le attività di verifica, svolte con riferimento ai dati acquisiti presso il Comune di Castel San Pietro Terme, condotte nello specifico dalle Fiamme Gialle della Compagnia di Imola, hanno permesso di accertare la presentazione da parte di 20 persone che hanno presentato autocertificazioni non veritiere sul reddito e quindi non compatibili per beneficiare dei buoni spesa.

Nel corso dei controlli è emerso che uno dei richiedenti stava percependo indebitamente anche il reddito di cittadinanza. Per questo motivo è stato deferito alla Procura della Repubblica di Bologna.

Le irregolarità riscontrate saranno sanzionate "per un valore pari all’indebito importo percepito", fanno sapere le Fiamme Gialle bolognesi "che può superare i 500 euro, e saranno segnalate al Comune di Castel San Pietro Terme per il recupero dei contributi erogati".

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento