Viaggio sui bus nelle ore di punta: "Ma come si fa a capire se il numero limite passeggeri è superato?"

Un giro per bus nelle ore di punta. Giovani e meno giovani si sono mostrati disciplinati. Alle fermate non sempre rispettata la distanza, ma chi vede il bus troppo pieno tende ad autoregolarsi

"Cosa vuole che le dica, è scomodo per tutti, ma se vedo che qualcuno non la mette io neanche salgo". Risponde così alla domanda su cosa ne pensa delle mascherine a bordo una passeggera del bus 27B, direzione periferia, intorno all'ora in cui le scuole di svuotano.

Il tema dell'affollamento a bordo dei bus, dopo l'avvio delle scuole e l'aumento della capienza consentita dal 50 all'80 per cento, è ritornato di attualità. Bolognatoday è salita a bordo per sondare gli animi dei passeggeri e vedere di persona.

In Bolognina, il veicolo snodato da 18 metri che attraversa ponte Matteotti transita proprio davanti alle Sirani, dove già molti ragazzi stanno uscendo, le teste che spuntano dietro a una colpevole schiera di genitori in doppia fila.

Alla fermata di via Matteotti già si preannuncia quello che di lì a poco sarà il quotidiano contro-esodo di ragazzi e ragazze da scuola a casa. Non una novità ormai, e anche i giovanissimi sembrano aver capito che non ha senso affollarsi sul primo mezzo in arrivo.

"Noi in gruppo abbiamo fatto che il bus lo aspettiamo insieme, se non c'è quello prima c'è quello dopo" commenta un ragazzo assieme a fidanzata e due amici, mentre il bus viaggia verso le Aldini.

Tper: "Il personale c'è, serve collaborazione anche dei passeggeri" 

All'uscita dalle Aldini, i ragazzi: "Inutile fare l'assalto, tanto c'è il bus dopo"

Anche qui, poco più tardi, stesso copione. Alla fermata in effetti la calca si fa più pressante, e sembra che ogni regola stia per saltare. Ma i ragazzi qui sono usciti da scuola già con la mascherina indosso, per non perdere secondi preziosi. La frequenza dei bus che portano in centro è poi alta, tra urbani ed extraurbani diretti in autostazione, la folla si distribuisce in maniera agevole.

studenti bus covid-2-2

"Inutile fare l'assalto" commenta una delle pochissime ragazze che frequenta l'istituto tecnico "ormai lo abbiamo capito come fare. E poi dopo cinque minuti ce ne è un altro".

Davanti alla fermata della Aldini molto del lavoro è stato fatto con la suddivisione degli orari, come spiegano altri due ragazzi: "Abbiamo una uscita alle 12:40, un'altra alle 13:30. Di solito è la seconda che è molto più impegnativa, ma del resto qui gli autobus non mancano".

Cambio di orario e cambio di linea. Qualche ora più tardi, verso sera, il 20 che da via Irnerio porta verso San Donato è al limite, tra chi sta ancora tornando a casa, chi si prepara a uscire e chi attacca il turno serale a lavoro.

"L'altra sera era anche peggio" si lascia sfuggire Arianna 37 anni, cassiera in una pizzeria da asporto, che appunta perplessa: "Alla fine, eravamo in tanti alla fermata, e siamo saliti tutti, con la mascherina certamente, ma tutti. Del resto, come si fa ad aspettare il bus dopo, voglio dire, uno mica può uscire di casa un'ora prima per prendere il bus, no?".

Sul 20 verso San Donato: "Ma come si fa a controllare se il limite è superato?"

Per Augusto, 55 anni, di rientro dopo una giornata in ufficio in centro, il problema è un altro. "Guardi, io assembramenti impossibili come si suol dire, non ne ho ancora visti. Certo, nelle ore di punta può capitare, ma d'altronde chi controlla? L'autista non si può fermare, né forzare la gente a scendere. Almeno finché c'era la regola del 50 per cento, balzava subito all'occhio se un bus era affollato. Ma ora, con questo '80 per cento' come si fa a capire se puoi entrare?".

Roberta, 43 anni, ha ascoltato la conversazione, e scesa alla fermata dopo il mercato San Donato, getta acqua sul fuoco: "Guardi, io prendo il bus tutti i giorni, le posso assicurare che casi di affollamento ne ho contati davvero pochi. E poi siamo tutti con la mascherina, c'è il gel in ogni autobus... no, penso invece che ci sia più rischio ai tavolini dei bar in centro, che sul bus".

bus covid gel-2

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm, le misure in arrivo e le regioni a rischio maggiore (Emilia Romagna tra queste)

  • Nuovo Dpcm: colori regioni e nuovi criteri, Emilia Romagna a rischio zona rossa?

  • Red Ronnie contro la serie su San Patrignano: "Solo aspetti negativi, ma molti sono ancora vivi grazie a Muccioli"

  • Schivata la zona rossa, l'Emilia Romagna resta arancione

  • Dpcm e zona arancione, fioccano multe per violazione del coprifuoco e uscita dai comuni di residenza

  • Bocciata alla maturità in Dad: Tar le dà ragione, esame da rifare

Torna su
BolognaToday è in caricamento