rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca

Caccia alla selvaggina: la stagione riprende ma non 'prende'

Al via ieri l'apertura ufficiale nella nostra provincia. Cacciatori in calo di quasi un terzo, secondo i dati della Polizia. Le prede più braccate i fagiani, seguiti dalle lepri

Al via ieri la nuova stagione della caccia alla selvaggina stanziale nella provincia di Bologna. Si è trattato di una ripartenza 'sotto tono', come rilevato dai dati raccolti dal Corpo di Polizia provinciale, che per l'occasione ha organizzato una specifica attività di  vigilanza del territorio. Nelle otto zone di coordinamento, sono state infatti formate  12 pattuglie, con  27 tra ufficiali ed agenti del Corpo di Polizia Provinciale, che hanno garantito anche il presidio del Comando.

I dati raccolti quest’anno hanno evidenziato una diminuzione delle presenze dei cacciatori: 602, contro le  933 della scorsa stagione.
Nel corso dell’attività di vigilanza,sono stati contestati 10 verbali amministrativi (12 in meno del 2011),e nessuna notizia di reato. Non si segnalano incidenti di rilievo.
Fra le prede catturate il primato spetta ai fagiani, con 80 esemplari, seguiti dalle lepri, con 68 esemplari. Seguono con 10 esemplari i germani reali e 2 pernici rosse. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caccia alla selvaggina: la stagione riprende ma non 'prende'

BolognaToday è in caricamento