Cronaca Via Larga

Via Larga: professionista 51enne trovata morta nel suo studio

Sarà l'autopsia a chiarire meglio le cause della morte, anche se il decesso sembrerebbe determinato da un malore. A trovare la donna il marito e il padre

Sarà fatta un'autopsia per chiarire le cause precise della morte di una professionista bolognese di 51 anni, stroncata probabilmente da un malore nel suo ufficio di via Larga, alla periferia della città. A trovarla, verso le 4 della scorsa notte, sono stati il marito e il padre, che erano andati a cercarla e da una finestra hanno visto il corpo riverso a terra supino, nell'ingresso dell'ufficio.

PORTA CHIUSA E NESSUN SEGNO DI VIOLENZA. E' intervenuta la polizia che, dai primi accertamenti, sembra escludere il coinvolgimento di altre persone: la porta era regolarmente chiusa e non sono stati trovati segni di violenza sul corpo, né tracce di lotta. La donna, che pare non soffrisse di particolari malattie, era uscita di casa ieri mattina per andare al lavoro, e nella pausa pranzo aveva visto i genitori, che abitano in città.

NON RISPONDEVA AL TELEFONO: NON ERA IN PALESTRA MA PERCHE' GIA' MORTA. All'ora di cena il marito, non vedendola rientrare, ha inizialmente pensato che fosse andata in palestra. Poi si è preoccupato e, visto che non rispondeva al telefono, ha avvertito i genitori della donna e insieme al padre di lei è andato a controllare in ufficio, trovando il cadavere. Il Pm di turno ha disposto ulteriori accertamenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Larga: professionista 51enne trovata morta nel suo studio

BolognaToday è in caricamento