menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Cadavere nel fiume Savena ancora senza identità: appello per dargli un nome

La Procura si rivolge alla cittadinanza fornendo tutti i dettagli di cui dispongono le autorità: se qualcuno ha dei sospetti, parli con in Carabinier

Il pomeriggio del 30 gennaio i Vigili del Fuoco hanno recuperato un cadavere dal fiume Savena, sotto il ponte di via Toscana che divide Bologna da Rastignano e ad oggi non si sa ancora a chi appartenga. Le indagini proseguono, ma gli accertamenti sinora svolti non hanno ancora consentito di dare un nome a quel corpo, che non aveva addosso nè documenti nè oggetti personali. Negativi anche i riscontri sulle impronte digitali, che sarenno estesi anche alle autorità estere e quelli sulle denunce di scomparsa. 

ETA' E RAZZA, SEGNI PARTICOLARI. Al fine di acquisire qualsiasi tipo di informazione utile, la Procura di Bologna spiega che si tratta di un uomo di razza caucasica di circa 25/30 anni, alto 1,80 cm, con una piccola cicatrice sulla coscia laterale sinistra, ben curato. 

I VESTITI CHE PORTAVA. All'atto del ritrovamento indossava una giacca sportiva di colore beige e sotto una maglia di lana di colore celeste a collo alto con cerniera, pantaloni jeans neri senza cintura e scarpe ginniche blU con suola bianca. Si invita la cittadinanza a fornire indicazioni utili ai Carabinieri, qualora potessero esserci elementi utili all'identificazione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

8 Marzo: 5 donne "speciali" che hanno fatto la storia di Bologna

social

Sanremo: la scaletta della finale del Festival

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento