La Regione Calabria porta a “Fico Eataly World” i sapori e del parco nazionale del Pollino

La Regione Calabria porta a “Fico Eataly World” i sapori e del Parco Nazionale del Pollino

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

La Regione Calabria porta a “Fico Eataly World” i sapori e del Parco Nazionale del Pollino . Il Bocconotto di Mormanno (Pat – prodotto agroalimentari tradizionali), il pregiato moscato di Saracena “Miloruso” di Masseria Falvo, le Conserve vegetali di Civita, il Pane di Cerchiara, Pecorino, Miele e Olio del Pollino. Sono questi i prodotti identitari della cultura e della tradizione enogastronomica del territorio calabrese che, da lunedì 30 aprile a domenica 6 maggio, rappresenteranno il Parco Nazionale dell’Aspromonte a Fico, la più grande fabbrica contadina agroalimentare d'Europa che si tiene a Bologna. I “sapori trendy 2018” scelti questa settimana per lo stand della Regione Calabria arrivano dalle valli del Pollino dove al loro interno sono incastonate le Gole del Raganello, canyon di dodici chilometri torrente che taglia il massiccio nella parte orientale del parco. Ma non solo, cascate e vasche naturali. Base per visitare il Canyon del Raganello è Civita, un paese abitato dalla comunità albanese dove un museo narra costumi e storia della sua migrazione. DICHIARAZIONE Continua, dunque, la grande affluenza allo stand realizzato su iniziativa della Presidenza della Regione Calabria - Settore Internazionalizzazione - in collaborazione con l’Arsac, l'Azienda regionale per lo sviluppo dell'agricoltura calabrese per conoscere e degustare le eccellenze regionali. Il Parco Nazionale del Pollino, la più estesa area protetta italiana, è patrimonio dell’Unesco dal 2015. Si trova sul versante tirrenico, tra Calabria e Basilicata. È un massiccio montuoso, parte dell’Appennino meridionale, con alcune delle maggiori vette del Mezzogiorno. Ed è coperto dal gigantesco pino loricato, che raggiunge i 35 metri d’altezza per 2 metri di diametro. Se si sale fino 2200 metri di quota, si vedono le coste tirreniche di Maratea, Praia a Mare e Belvedere Marittimo e quelle ioniche da Sibari a Metaponto. Ufficio Stampa Padiglione Calabria @ FICO Ass. cult. Cosenza Autentica cosenzautenticastampa@gmail.com

Torna su
BolognaToday è in caricamento