Cronaca

Jannacci e Califano: il saluto di Vasco Rossi e Gianni Morandi

Scomparsi due grandi della musica. Su Facebook gli addii di Gianni Morandi e di Vasco Rossi

"Ieri Jannacci, oggi Califano... scompaiono due artisti, bravi e diversi. Uno simpatico e caro amico, l'altro un 'maestro'". Così Vasco Rossi, con un post pubblicato poco prima del mezzogiorno di Pasqua sulla sua pagina Facebook, ricorda i due artisti scomparsi nell'arco di 24 ore. Aggiunge da Youtube il video di 'Se me lo dicevi prima' di Jannacci e conclude con un 'BUONA RESURREZIONE A TUTTI!'.

"Ho scoperto Jannacci - ricorda il Blasco - quando avevo 16 anni. Le sue canzoni in milanese mi conquistarono subito. Erano divertenti e originali. Dipingevano personaggi disperati e sfortunati. Gli ultimi non i primi. Gli antieroi, le persone comuni (l'Armando, Vincenzina). La sua ironia amara, la sua satira sottile, sferzante, acuta e irresistibile lo portò in seguito a scrivere alcuni tra i più grandi capolavori della canzone italiana. 'Vengo anch'iò, 'Quelli che', 'Se me lo dicevi prima', sono solo i primi che mi vengono in mente. Devo molto artisticamente a Enzo Jannacci e dentro il mio cuore di certo, lui e anche Franco, non moriranno mai".

"31 marzo. Un altro grande artista della musica italiana ci ha lasciato. Con un percorso diverso da quello di Enzo, Franco Califano ha scritto ed interpretato bellissime canzoni che non svaniranno nel tempo, brani come 'Minuetto', 'Tutto il resto e' noià, 'La musica e' finità, 'Una ragione di piu'' e tante altre. Lo ricordiamo affettuosamente come il 'CALIFFO', poeta cantautore che ha conquistato tanti cuori nell'universo femminile. Questa è una Pasqua triste per la musica...". Così Gianni Morandi ricorda Califano con un post sulla sua pagina Facebook.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jannacci e Califano: il saluto di Vasco Rossi e Gianni Morandi

BolognaToday è in caricamento