rotate-mobile
Cronaca Budrio

Camera del Lavoro di Budrio deturpata da scritte offensive, De Maria: "Sciogliere i neofascisti"

"A un anno dall' attacco alla sede della cgil a Roma, la Camera del Lavoro di Budrio è stata deturpata da scritte offensive. Non un atto isolato. Si moltiplicano le azioni rivolte contro le sedi della cgil e dei sindacati confederali". Solidarietà anche da parte di Bignami

A Budrio, la brutta sorpresa di questa mattina. "A un anno dall' attacco alla sede della cgil a Roma, la Camera del Lavoro di Budrio è stata deturpata da scritte offensive. Non un atto isolato. Si moltiplicano le azioni rivolte contro le sedi della cgil e dei sindacati confederali. Alle compagne ed ai compagni della cgil di Budrio e di tutta la cgil la mia solidarietà. Auspico che I responsabili siano individuati. E ribadisco quanto detto in altre occasioni. Sia dato finalmente seguito alla mozione parlamentare, approvata dopo l' assalto alla sede nazionale della cgil, che chiede siano sciolte le organizzazioni neofasciste". Così Andrea De Maria, deputato Pd e segretario di presidenza della Camera.

"Condanniamo fermamente il vile attacco alla Cgil di Budrio, la cui sede è stata imbrattata nella notte da scritte No Vax. Come Fratelli d’Italia desideriamo anche esprimere la solidarietà al sindacato, oggetto nell’ultimo periodo, di ripetute aggressioni" le parole di solidarietà Galeazzo Bignami, coordinatore cittadino di Bologna Fratelli d’Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camera del Lavoro di Budrio deturpata da scritte offensive, De Maria: "Sciogliere i neofascisti"

BolognaToday è in caricamento