Aggressione e insulti razzisti, militari coinvolti: 'Avviati approfondimenti'

In una nota le Forze armate prendono le distanze da quanto emerso dalla testimonianza del cameriere aggredito da un gruppo di effettivi fuori servizio

L’Esercito ha avviato "tutti i necessari approfondimenti" per chiarire quanto successo l'altra notte, mettendosi, da subito, "a disposizione degli agenti intervenuti affinché vengano chiarite le posizioni di tutto il personale coinvolto". Recita così una nota dello Stato Maggiore in merito alla aggressione subita l'altra notte da un dipendente di una pizzeria h24 da parte di alcuni membri di un gruppo di militari.

Stando a quanto emerso fino a ora una comitiva di cinque soldati, tra i 25 e i 34 anni, impegnati nel progetto 'Strade sicure', fuori servizio, è stata identificata e sanzionata per ubriachezza molesta dalla Polizia, intervenuta dopo che la vittima dell'aggressione, un cittadino ghanese di 29 anni aveva chiamato il 113. L'uomo, poi andato in ospedale per farsi medicare le ferite, ha ricevuto almeno un pugno al volto, oltre ad alcune schegge di vetro finitegli addosso durante la colluttazione.

"Per quanto attiene -prosegue la nota dell'Esercito- ai "riferiti insulti razzisti", la Forza Armata si dissocia totalmente da tali atteggiamenti condannandone ogni azione ad essi riconducibile, come ha sempre fatto, agendo in ogni circostanza in piena trasparenza e partecipazione".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grave lutto per Cesare Cremonini: morto il papà Giovanni

  • Lutto all'Alma Mater: morto a 94 anni Alfonso Traina, professore emerito, filologo e latinista

  • Funerale Giovanni Cremonini, in centinaia per l'ultimo saluto al babbo di Cesare

  • Piazzola sospesa per due giorni, gli ambulanti protestano

  • Incidente a Budrio: schianto tra auto alla Riccardina

  • Esce di casa e non torna, trovato di notte nel fiume

Torna su
BolognaToday è in caricamento