rotate-mobile
Cronaca Castel San Pietro Terme / A14 - Autostrada Adriatica

Urla dalla cella frigo: soccorsi sei migranti nascosti nel camion

L'autista in sosta in autostrada avverte i carabinieri. Un ragazzo positivo al covid

Sei giovani migranti, tutti cittadini afgani, sono stait soccorsi in una area di servizio lungo la A14, all'altezza della stazione di servizio di Castel San PIetro Terme. Ad accorgersi della loro presenza l'autista, un 62enne cittadino serbo impiegato in ua azienda lgistica ungherese di trasporti.

Fermatosi alla stazione di servizio nella serata di sabato 20 settembre, il conducente ha distintamente avvertito le urla provenire dal rimorchio, una cella frigo nel quale erano stoccati degli alimentari. Insieme al carico, sei persone in evidente difficoltà per le temperature interne alla cella, che avevano cominciato a gridare per fare aprire e porte dall'esterno. Il mezzo proveniva dalla Grecia, via porto di Ancona.

Sul posto sono arrivati il 118 e i carabinieri della locale stazione, per procedere agli accertamenti. Il camionista è risultato estraneo ai fatti, mentre i sei migranti sono stati visitati. Per tutti è stata diagnosticata una forma di scabbia, mentre per uno di questi è stato fatto un tampone, risultato positivo. Il soggetto è stato posto in isolamento.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Urla dalla cella frigo: soccorsi sei migranti nascosti nel camion

BolognaToday è in caricamento