rotate-mobile
Cronaca

Campagna sociale "L'horror contro l'orrore - i disturbi alimentari"

Progetto sociale a cura dell'associazione culturale Ombre d'Arte: disturbi alimentari, depressione, violenza sulle donne, omofobia, dipendenze discriminazione verso i disabili.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Ombre d'Arte è una neonata associazione culturale con sede a Imola, in Via Odofredo II 2A, che ha iniziato un lungo e faticoso progetto: diversi set fotografici, con fotografi e modelle che si sono proposti volontari, che trattano argomenti come i disturbi alimentari, la depressione, le dipendenze, la violenza sulle donne, l'omofobia e la discriminazione verso i disabili.

La particolarità di questo progetto è che, avendo noi un indirizzo gothic/horror come associazione, vorremmo mostrare quanto l'orrore quotidiano possa essere tanto peggio rispetto all'horror di cui siamo tanto appassionati, trasmettendo un messaggio forse forte, ma che speriamo sia di sicuro impatto e utile per qualcuno.

In questo caso dieci foto selezionate su 520 scatti!
Abbiamo una foto in cui la nostra modella sorride spensierata davanti a delle coloratissime caramelle, con un vestitino altrettanto colorato e spensierato. Poi comincia a diventare pensierosa davanti al cibo ed al suo rapporto con questo. Comincia a misurarsi, per vedere se e quanto è ingrassata. Si guarda allo specchio, con un'immagine di sé nel riflesso ancora "colorata", ma che da dietro ne mette in evidenza la nudità e gli spigoli. La malattia comincia a rintanarla in un angolo, a farla sentire sola, con le sue ombre e le parole cominciano ad avere un peso tutto loro: "quanto sei magra", "dovresti mangiare di più", "ma stai bene"? Poi il disgusto per il cibo, in questo caso un organo fetido e morto, che lei tiene in mano guardandolo con totale distacco, per concludere con la malattia che ti porta a voltare le spalle a tutti, rimanendo sola.

  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campagna sociale "L'horror contro l'orrore - i disturbi alimentari"

BolognaToday è in caricamento