Campo tennis Galliera: "Ci costa 2mila euro al mese, nessuno ci va"

Lettore denuncia il 'pasticcio' del pallone montato per il tennis invernale: "Spesi soldi pubblici e nessuno lo usa. Un mese fa l'hanno montato ora vorrebbero smontarlo..."

Il campo da tennis invernale di Galliera

In tempo di tagli e di richieste di 'sacrifici' sempre maggiori, i cittadini, inquanto contribuenti, monitorano con maggior stringenza come e dove vengono investiti i soldi pubblici. E' quanto ha fatto un lettore, residente a Galliera, che punta il dito contro il progetto del campo da tennis coperto installato da poco nella sua cittadina. Così ci scrive.

"Non c’è pace per l’amministrazione comunale di Galliera. Tiene ancora banco la questione biomasse ed ora si riaccendono le mai sopite polemiche per l’investimento per la copertura dei campi da tennis: 90.000 euro stanziati dal comune, di cui una parte già utilizzati per montare un pallone per il gioco invernale. Peccato che la struttura, allestita già da un mese, pare sia stata finora inutilizzata non tanto per il maltempo, quanto perché sia necessario rifare il manto di gioco ma, con il pallone già gonfiato, non sia possibile perché i mezzi non riescono ad entrare. Risultato: nessuno ci gioca, ma per oltre un mese è rimasto  in funzione comunque, il tutto con grande dispendio di energia, circa 70 euro al giorno.
E' notizia di pochi giorni fa la decisione di sgonfiarlo, entrare per sistemarlo e poi rimontare il tutto. Insomma, davvero un pasticcio. Diego Baccilieri, capogruppo della minoranza, è intervenuto dsul caso spiegando: “Avevamo contestato duramente la giunta che, mentre aumentava le rette scolastiche, finanziava quest’assurdo intervento. Ora, in tempi di vacche davvero magre, si aggiunge questo ulteriore spreco energetico”. Il consigliere comunale Stefano Zanni, anch’esso di Uniti per Galliera ha fatto sapere: “E’ vero che le utenze sono intestate al circolo tennistico, però la struttura e’ stata pagata con soldi pubblici e la maggioranza dovrebbe riflettere meglio sulle sue scelte, a maggior ragione in questi tempi di austerità e difficoltà per tante famiglie”.

La cosa paradossale è che, nelle scorse settimane di grande gelo, il vicino e frequentatissimo palazzetto dello sport ha avuto problemi alla caldaia con notevoli disagi per le attività sportive al freddo, mentre il pallone al suo fianco era vuoto e con un temperature sub-tropicali. Conclude Baccilieri “Il comune non doveva investire soldi pubblici per il tennis, sarebbe stato meglio intervenire sugli altri impianti sportivi che ne hanno grande bisogno”. Le polemiche non si placano, anzi l'ultima decisione del circolo tennistico le ha se possibile ancor più aizzate, mentre ancora non si sa se quando i lavori finiranno e se si potrà finalmente giocare."
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

Torna su
BolognaToday è in caricamento