Cronaca Via Antonio Cornacchia

Imola, risolto il caso del 'dito': è di un operaio edile

Insolito sviluppo nella vicenda che ha visto un cane riportare a casa un dito umano. Nei giorni scorsi un'operaio , impegnato in lavori di ristrutturazione, aveva riportato un grave infortunio sul lavoro

Risolto il 'caso del dito'. Dai primi accertamenti svolti dai Carabinieri di Imola, il dito rinvenuto dal cane durante una passeggiata con la sua padrona, apparterrebbe a un operaio rumeno di 40 anni, dipendente di una ditta di falegnameria situata in provincia di Bologna.

Qualche giorno prima del ritrovamento del dito, l’operaio si era gravemente ferito alla mano sinistra mentre stava manovrando una sega circolare collocata in un appartamento situato al secondo piano di un palazzo di via Cornacchia, che in quel momento era interessato da lavori di ristrutturazione.

E’ probabile -spiegano i Carabinieri in un comunicato- che ad amputazione avvenuta, il dito sia stato scaraventato fuori dalla finestra, cadendo sul marciapiede. Quanto all'operaio, trasportato d’urgenza al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Imola, è stato medicato e giudicato guaribile in una trentina di giorni. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imola, risolto il caso del 'dito': è di un operaio edile

BolognaToday è in caricamento