rotate-mobile
Cronaca Ozzano dell'Emilia

Cuccioli gettati nel cassonetto: scoperti da un addetto alla raccolta del vetro

Buttati via come fossero immondizia . Sono in corso indagini per individuare l’autore del reato, le cui pene prevedono fino a 18 mesi di reclusione

Due cuccioli di cane abbandonati in un cassonetto del vetro. Buttati via come fossero rifiuti, ma fortunatamente trovati e salvati da un addetto alla raccolta dei rifiuti. I cagnolini sono poi stati portati  al pronto soccorso dell'ospedale veterinario dell'Unibo e ora sono fuori pericolo.

Il fatto risale ai giorni scorsi quando la Polizia locale della Città metropolitana è stata contattata da un dipendente dell’impresa che gestisce la raccolta dei rifiuti non pericolosi a Ozzano dell’Emilia. Il lavoratore, durante lo svuotamento di una campana del vetro, aveva trovato tra i cocci un cucciolo di cane di pochi giorni, ancora vivo benché ferito dalle schegge. Sentendo poi un fievole guaito e scavando  tra i rifiuti, aveva recuperato un secondo cucciolo, che a prima vista pareva esanime, ma che dopo alcune manipolazioni ha ripreso a respirare.

cagnolini salvati a Ozzano

I due cuccioli, bagnati e con ferite in varie parti del corpo, sono stati affidati agli agenti d e consegnati alle cure del personale del pronto soccorso dell'Ospedale veterinario, che ha sede proprio a Ozzano dell’Emilia. Grazie all'intervento di tutti i soggetti coinvolti e alle cure dei medici veterinari, gli animali ora sono fuori pericolo.

Sono in corso indagini per individuare l’autore del reato di abbandono e maltrattamento animale, le cui pene prevedono fino a 18 mesi di reclusione.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cuccioli gettati nel cassonetto: scoperti da un addetto alla raccolta del vetro

BolognaToday è in caricamento