rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca Bazzano

Cani e gatti salvati da casa degli 'orrori': ora si possono prendere in affido

La Oipa - Organizzazione internazionale protesione animali mette in affido temporaneo gli esemplari, in attesa della sentenza a carico dei precedenti proprietari

Possono essere dati in affido temporaneo, in attesa della sentenza, i superstiti del sequestro dei giorni scorsi a Bazzano e Savigno, in provincia di Bologna.

Dopo un intervento delle guardie zoofile dell’Oipa di Bologna, infatti, con l'ausilio di polizia locale di Valsamoggia erano stati messi in salvo 11 gatti, 24 cani e una tartaruga, tutti gravemente maltrattati e trovati nelle abitazioni di due donne, che ora dovranno rispondere di maltrattamento di animali. Nelle case, a Bazzano e Savigno, sono stati anche scoperti i macabri resti congelati di una trentina di cani e gatti.

Animali liberati in Valsamoggia, le immagini di cani e gatti adottabili

«Gli animali sequestrati, tutti molto docili e giovani, sono ora ospitati tra il rifugio e l’Oasi felina di Valsamoggia e i canili di Calderara e Bologna», spiega Paolo Venturi, delegato della sezione Oipa di Bologna. «Per ora possono essere presi in affido temporaneo, in attesa della sentenza che poi li renderà adottabili a tutti gli effetti. Speriamo di poter trovare una famiglia per ognuno di loro e per questo facciamo appello affinché gli interessati si facciano avanti, scrivendo alla nostra email guardibologna@oipa.org».

I gatti e i cani saranno dati in affido vaccinati e sterilizzati a spese del Comune.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cani e gatti salvati da casa degli 'orrori': ora si possono prendere in affido

BolognaToday è in caricamento