menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto pagina FB Canile

Foto pagina FB Canile

Canile Imola: 'La strada qui è un disastro'. Lega: 'Si arruolino i nomadi che vivono nella via per sanarla'

Buche larghe e profonde, e quando piove si forma un lago davanti al canile. La situazione va avanti da tempo, senza che il Comune intervenga - denuncia il Carroccio - che lancia la sua proposta-provocazione

La strada che porta al canile di Imola è un vero e proprio disastro. Questo è quanto viene mostrato dai volontari della struttura comunale sulla loro pagina Facebook, che pubblicando le foto dello "stato dell'arte" scrivono: "La via verso ... il canile. Ecco come la riduce la pioggia e la (cronica) mancanza di ghiaia. Anche le manutenzioni ad impianti, recinzioni e cortili, che richiediamo da anni, non sono ancora iniziate. Di conseguenza, l'accesso al Canile Imola non è molto agevole nè funzionale, sia per chi ci lavora, che per chi lo visita. Ce ne scusiamo col pubblico e speriamo che le cose migliorino presto".

Una situazione che perdurerebbe da tempo senza che il Comune abbia mosso un dito, quando basterebbe soltanto stendere della ghiaia e chiudere le buche che si sono create negli anni. Così rincara la dose - perorando la causa dei volontari - Daniele Marchetti, Segretario Lega Nord Imola, che sottolinea come "la situazione non impedisce ai volontari e agli amanti degli animali di recarsi presso il canile, ma certamente rende l'idea di quanto l'Amministrazione Comunale sia distante".

E proprio al Comune l'esponente del Carroccio lancia la provocazione: "Che metta a favore dei volontari lo stesso impegno che mette nel cercare fondi da pagare tutto a quei nomadi che abitano proprio in fondo alla stessa via del canile'. Poi la proposta per sanare la situazione: "Perché non chiedere proprio ai nomadi che abitano lì di metterci la manodopera gratuita, in fin dei conti sono in debito con la nostra società. Per chi ha ricevuto sempre tutto senza dar nulla, qualche lavoretto socialmente utile potrebbe essere un primo passo per sdebitarsi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

Covid-19: ecco i 5 DPI più efficaci per contrastarlo

social

Tortelli di Canevale: la ricetta dello chef Stefano Barbato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento