Cronaca Navile / Via Luigi Serra

Bolognina, il 'buco' di via Serra darà casa a 38 famiglie. Acer: "Fermo da 25 anni, adesso siamo già al 4°piano"

Il presidente di Acer Alessandro Alberani traccia una mappa degli interventi su un quartiere che ha registrato tensioni: "Siamo a zero occupazioni abusive, noi ci siamo, ma ci deve essere anche un grande progetto di educazione nel vivere il quartiere. Entro due anni pronto anche l'edificio dell'ex XM24"

Il "buco" in via Serra non solo è stato riempito, ma l'edificio che sorgerà su un terreno 'in ostaggio' per ben 25 anni, è già stato costruito fino al quarto piano e lo si potrà vedere completo al massimo entro 24 mesi. Lo spiega il presidente di Acer Alessandro Alberani facendo il riassunto dei cantieri attivati (nonostante il Covid) e quelli in partenza al quartiere Bolognina, che entro il prossimo biennio verranno inaugurati da colui che sarà il nuovo sindaco di Bologna. Fra questi anche la sede dell'ex XM24, che in un paio di anni vedrà realizzato il progetto di co-housing. 

Il "buco" diventa finalmente casa per 38 famiglie

"Il lavoro mai interrotto, nonostante i limiti imposti dall'emergenza sanitaria, si è fondato su tre parole d'ordine - spiega Alberani, illustrando un processo di riqualificazione degli stabili e di messa in sicurezza degli spazi e delle corti di edilizia popolare pubblica affiancandolo a iniziative sociali di inclusione - che sono: ricostruzione, ripristino, e contrasto al degrado pro-legalità. Finalmente il 'buco' di via Serra (l'area  ferma da 25 anni di fronte all'Hotel Guercino), nei prossimi 18/24 mesi (compatibilmente alle condizioni metereologiche e sanitarie) diventerà la casa per 38 famiglie, garage compresi. Siamo già arrivati al quarto piano. Ricordo che lo stop ai lavori era stato determinato dall'impedimento di infiltrazioni mafiose di fatto accertate". 

Il "cantiere infinito" si avvia ai lavori: in via Serra partono i lavori 

"Poco distante, in via Fioravanti, si sta esaminando il lotto 'G' dell'ex Mercato Ortofrutticolo per la realizzazione di 32/36 appartamenti che vedranno la consegna dei lavori entro il mese di aprile, l'apertura del cantiere subito dopo e, anche in questo caso a due anni da oggi l'opera sarà terminata" continua Alberani, che insieme al suo vice Marco Bertuzzi prosegue l'elenco passando al discorso ripristini. 

Alberani: "Vi mostro a che punto siamo con il cantiere" - VIDEO 

Occupazioni e sgomberi: "Dopo via Di Vincenzio siamo a zero"

"Rimettere in ordine interi nuclei particolarmente critici. Lo abbiamo fatto in via Albani e in via Fioravanti, demolendo anche una vecchia lavanderia mal ridotta e mal frequentata, ormai diventata fulcro dell'illegalità. Sul fronte legalità, abbiamo azzerato le occupazioni sull'intero 2020 e anche nel 2021, dopo la risoluzione di un caso in via Di Vincenzo (lo scorso 16 aprile), non abbiamo altre segnalazioni". 

Progetti sociali e cultura: "Un museo in via Zampieri e un evento estivo da organizzare"

Ma non ci sono notizie solo sugli alloggi popolari. Il progetto include anche dei progetti sociali e culturali: "In via Zampieri, alla corte degli ex-fuochisti, nascerà il museo del nostro archivio storico, finanziato dal Ministero dei Lavori Pubblici. Inoltre, e questa è una conferma che ho avuto dall'assessore alla cultura Matteo Lepore poco fa, potremo organizzare un evento culturale per l'estate proprio all'ex lavanderia. Vogliamo ridare ai quartieri la loro dignità, sono la parte più importante del nostro tessuto urbano". 

PRIMA 

via Serra-2

OGGI

oggi-2 

Un po' di numeri

Da settembre 2020 a oggi l’ufficio Disciplina di ACER ha svolto 28 sopralluoghi ispettivi per accertare il regolare utilizzo degli alloggi, il mancato rispetto del regolamento comunale o eventuali tentativi di occupazione. Sono state inviate 64 lettere di diffida per violazioni accertate. Sono stati emessi due provvedimenti di decadenza per abbandono dell’alloggio, la cui esecuzione è al momento ferma per il blocco degli sfratti dovuto all’emergenza pandemica. Per lo stesso motivo sono in attesa di esecuzione cinque provvedimenti di rilascio per occupazione senza titolo dell’alloggio.

A margine della conferenza stampa il Presidente di ACER Bologna ha fornito i dati delle richieste giunte per l’ultimo bando Erp, scaduto il 30 dicembre 2020. Sono pervenute 6.211 domande, 5.093 delle quali accolte (le restanti 1.218 sono state escluse o perché scadute o perché prive dei requisiti). Al momento è stata pubblicata la graduatoria provvisoria, mentre quella definitiva verrà stilata entro il 30 aprile 2021.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bolognina, il 'buco' di via Serra darà casa a 38 famiglie. Acer: "Fermo da 25 anni, adesso siamo già al 4°piano"

BolognaToday è in caricamento