Cronaca Zona Universitaria / Piazza di Porta Ravegnana

Cantierone in Piazza di Porta Ravegnana: Due Torri sorvegliate speciali

Frese e martelli pneumatici sotto i simboli della città provocheranno forti vibrazioni e così la Garisenda e la Torre degli Asinelli sono sotto "stretta sorveglianza"

Appena restaurate e rinforzate, le impalcature che hanno 'avvolto' le Due Torri negli ultimi 4 anni sono state rimosse il 20 maggio scorso.

I lavori (realizzati con un investimento di 1,8 milioni da parte della Fondazione del Monte, lavori di impresa Melegari e Studio Leonardo) hanno riguardato prima la Garisenda, poi i primi 38 metri della Asinelli. Era dai primi del Novecento che non si svolgeva un consolidamento di questo genere.

Ieri in Piazza di Porta Ravegnana è arrivato il 'cantierone', la maxi-opera di ripavimentazione partita a febbraio nel centro storico di Bologna. Ruspe, frese e martelli pneumatici sotto i simboli della città provocheranno forti vibrazioni e così la Garisenda e la Torre degli Asinelli sono sotto "stretta sorveglianza" attraverso strumenti di monitoraggio.

Il tema delle vibrazioni, in quel caso a causa del traffico stradale sulle Due Torri, è stato più volte argomento di discussione a Palazzo D'Accursio: nel 2010 il Professor Raffaele Pisani, già docente di Ingegneria Acustica presso l’Istituto Nazionale Galileo Ferraris di Torino, ha effettuato rilevazioni sulle vie San Vitale, Rizzoli, Strada Maggiore e Piazza di Porta Ravegnana. In quella relazione si leggeva che il traffico veicolare, anche pesante e a pieno carico, comporta sollecitazioni di minor impatto rispetto a quelle provocate da condizioni atmosferiche caratterizzate da vento teso, considerazioni avvalorate anche dai monitoraggi effettuati dall'Alma Mater.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantierone in Piazza di Porta Ravegnana: Due Torri sorvegliate speciali
BolognaToday è in caricamento