menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al via il cantiere all'ex parcheggio Giuriolo: nasce il nuovo polo per il cinema

I nuovi spazi saranno anche aperti al pubblico che potrà così conoscere il lavoro della Cineteca. Anche un’area per proiezioni all’aperto

È partito il cantiere dell’ex parcheggio Giuriolo, che diventerà la sede dell’archivio film della Cineteca di Bologna e del laboratorio di restauro cinematografico.  L'intervento fa parte del "Piano Periferie" per la città di Bologna e prevede la creazione di un nuovo polo che conterrà l’archivio film della Cineteca, circa 80 mila titoli e fondi di grande valore storico per il cinema italiano e mondiale e per la fotografia, oltre al laboratorio di restauro "L’Immagine Ritrovata", considerato oggi un punto di riferimento a livello internazionale.

I nuovi spazi saranno anche aperti al pubblico che potrà così conoscere il lavoro della Cineteca di Bologna come la conservazione, il restauro e la diffusione dei capolavori della storia del cinema, con una sala cinematografica, un’area per proiezioni all’aperto nella stagione estiva e aule studio dedicate alla formazione.

Al cinema sul tetto: è il nuovo archivio della Cineteca di Bologna\VIDEO

Il polo potrebbe portare nel quartiere Navile fino a cento lavoratori al giorno, oltre ai visitatori, quindi divenire "uno spazio aperto, dove il lavoro sui film sarà messo in mostra con percorsi guidati; senza dimenticare tutto l’indotto che si creerà di conseguenza nell’area circostante, con una superficie verde progettata attorno al nuovo polo, pensata per aprirsi e connettersi al tessuto urbano circostante". Queste le intenzioni di Comune e Cineteca. 

Il sistema per la conservazione delle pellicole sarà d’avanguardia tecnologica, in particolare nella prevenzione degli incendi (attraverso la deplezione, ovvero la riduzione, dell’ossigeno) e una struttura a basso impatto ambientale (attraverso un intreccio di fattori come la ventilazione, la doppia pelle, l’impianto fotovoltaico, lo sfruttamento di energia geotermica). Il progetto prevede l’uso di fonti di energia rinnovabile pari al 68% del fabbisogno annuale e una sostanziale autosufficienza energetica per la stagione estiva.

Il piano terra sarà dedicato a un primo punto di accoglienza del visitatore, all’Archivio film e alla sala di proiezione. Al secondo piano dell’attuale parcheggio ci sarà il laboratorio L’Immagine Ritrovata. Sulla copertura uno spazio per le proiezioni all’aperto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Nuovo Dpcm, seconde case e nuove regole: tutte le risposte

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

social

Oggi è il Blue Monday: il giorno più triste dell'anno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento