rotate-mobile
Cronaca Centro Storico / Via Francesco Rizzoli

'Cantierone', passaggio pedonale davanti a via Oberdan: apre il 21 marzo

Lo riferisce il comitato "Vivere il centro" che oggi ha incontrato il sindaco, l'assessore Lepore e il direttore generale Tper. Potenziamento navette e sgravi fiscali

Il passaggio pedonale davanti a via Oberdan, dovrebbe essere aperto a partire dal 21 marzo. E' quanto riferisce il comitato "Vivere il centro" che, questa mattina, ha incontrato il sindaco Virginio Merola, l'assessore Matteo Lepore e il direttore generale di Tper, Claudio Ferrari. Nell'occasione, sono stati anche svelati i rendering (non definitivi) che mostrano l'aspetto del centro a lavori finiti, poi diffusi pubblicamente da Palazzo D'Accursio.

E' stato "un incontro molto positivo", dichiara all'uscita il presidente del comitato, Giorgio Izzo Gualandi. In particolare, "una cosa che apprezziamo molto" e' proprio l'apertura del passaggio di via Oberdan che "salvo imprevisti" in calendario per il 21, "anche e soprattutto in occasione dell'evento di don Ciotti e di Libera", riferisce Izzo Gualandi: si procederà con questa tempistica, dunque, "anche per una questione di sicurezza e per far defluire le 100.000 o 150.000 persone previste". Il Comitato riferisce inoltre di rassicurazioni in merito al problema di Coop costruzioni, il colosso in crisi impegnato nei lavori del "Cantierone".

BUS. Tra gli altri punti affrontati, Tper "ha assicurato potenziamento delle navette", spiega Izzo Gualandi: per la precisione, spiega il comitato in una nota diffusa successivamente, la navetta A raddoppierà le corse, a partire dalle ore di punta. Altra nota positiva è quella del bus 28, che collega il centro con la Fiera e che a breve "arriverà fino a piazza Malpighi",, fondamentale, perchè puo' servire tutti gli alberghi della zona sud. Di sicuro è garantito da aprile, quando cominceranno le fiere più grandi, ma cercano di farlo anche prima".

SGRAVI FISCALI.  Il dato definitivo sulle aree interessate arriverà nei prossimi giorni: "Ci rendiamo conto che è una scelta difficile, perchè di sicuro si escluderà qualcuno, non si può chiedere al Comune di estendere a tutta la città", afferma il presidente. Nella nota, poi, il comitato precisa che, in base a quanto appreso oggi, "non si modifichera' il regolamento a riguardo, come in un primo momento sembrava potesse accadere, ma si optera' per una deroga momentanea". Ad ogni modo, si lavorera' lavoreranno per trovare "la soluzione piu' condivisa possibile", aggiunge Izzo Gualandi: un compromesso "che non dico accontenti tutti ma, almeno, faccia meno ingiustizie possibili".

Restano sul tavolo altri temi, a cominciare dalla catena di via Orefici: "Ci dobbiamo aggiornare, stanno valutando- spiega il presidente del comitato- le nostre proposte". E i rendering? "Devo dire che per quanto ne capisco io, che faccio il farmacista- commenta Izzo Gualandi- è indubbio che la città verrà molto più bella". Anche il sindaco Merola, finito l'incontro, si mostra soddisfatto: "Mi pare sia andato bene, continuiamo così". Da qui in poi, spiega il Comune, la Giunta farà il punto con il comitato ogni 10 giorni.

Ugo Bassi - Rizzoli, prima e dopo i lavori: i rendering


 


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Cantierone', passaggio pedonale davanti a via Oberdan: apre il 21 marzo

BolognaToday è in caricamento