rotate-mobile
Cronaca Santo Stefano / Via San Vittore, 29

Capannina sopraffollata, all'interno quasi il triplo delle persone consentite: ordinata la chiusura

Stop alle attività danzanti nel celebre locale notturno sui colli per 15 giorni. Così ha ordinato il Questore Stingone

Ordinata la chiusura della Capannina,  il noto locale notturno sui colli di Bologna. Dietro il provvedimento della Questura il sopraffollamento della discoteca, oltre la capacità massima consentita. Sospesa l'attività danzante per 15 giorni.
Dettaglia una nota della Questura: "Il Questore della Provincia di Bologna Vincenzo Stingone ha decretato  la sospensione  delle autorizzazioni  relative all’intrattenimento danzante  presso la discoteca “La Capannina”  ai sensi dell’art 100 del T.U.L.P.S.,    per la durata  di giorni 15".

Il decreto  è stato notificato questa mattina  al legale rappresentante della società  titolare  delle licenze  del locale  di via San Vittore 29/3.

Lo scorso 26 gennaio  un  controllo   eseguito  dalla Polizia di Stato – Divisione  Polizia Amministrativa e Sociale - aveva portato alla luce una situazione di sopraffollamento all'interno del locale, dove si trovavano stipate quasi il triplo delle persone, che la discoteca potrebbe contenere. Alle ore 1.20, infatti, gli agenti avevano contato all’interno del locale 1022 avventori,  a fronte della capienza massima consentita di  425 persone. Da qui è scaturita l’emissione  del provvedimento  e l’ordine di affissione del cartello con la dicitura “Chiuso su disposizione del Questore” .

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capannina sopraffollata, all'interno quasi il triplo delle persone consentite: ordinata la chiusura

BolognaToday è in caricamento