menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carabinieri in servizio anti-droga: in arresto due noti pusher

Un 25enne è riuscito a divincolarsi ferendo un militare

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Bologna hanno arrestato due uomini con l'accusa di spaccio di stupefacenti. Un 25enne gambiano  ieri, durante un controllo del territorio tra via Irnerio e via dell’Indipendenza, transitando nelle vicinanze del Parco della Montagnola, hanno chiesto allo straniero di esibire un documento di riconoscimento, il quale però si è improvvisamente allontanato e ha iniziato a correre tra la gente in direzione di via dei Mille. Rincorso da un militare e bloccato dopo pochi metri, è riuscito a divincolarsi sferrando un pugno e una ginocchiata al Carabiniere che però è riuscito ad ammanettarlo. E' stato trovato in possesso di una quarantina di grammi tra marijuana e cocaina e 200 euro in contanti. Il 25enne , gravato da precedenti di polizia per falsa attestazione ad un pubblico ufficiale sulla propria identità, ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato, ricettazione, spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale, è stato tradotto in camera di sicurezza, in attesa di comparire in Tribunale per l’udienza di convalida dell’arresto prevista per la mattina odierna. Il Carabiniere ferito è stato trasportato al Pronto Soccorso dell’Ospedale Maggiore di Bologna dove è stato medicato e giudicato guaribile in cinque giorni.

I Carabinieri della Stazione Bologna Navile hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un 31enne ivoriano, residente a Bologna. Questa volta, l’uomo, volto noto tra i pusher bolognesi e già sottoposto agli arresti domiciliari per motivi di droga, è finito in carcere su disposizione dell’Autorità Giudiziaria che era stata recentemente allertata dai Carabinieri della Stazione Bologna Navile. I militari, infatti, avevano esplicitamente richiesto l’aggravamento della misura cautelare, proprio per impedire al 31enne di tornare a spacciare nel quartiere, considerato che la sua fonte di reddito proviene dal mercato della droga.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento