Non rispettano la normativa anti-covid: chiusi parrucchiera e bar

I due titolari dovranno abbassare le saracinesche per cinque giorni, oltre a pagare le multe

Una parrucchiere e il titolare di un bar che non hanno rispettato la normativa anti-covid sono finiti ieri, 17 novembre, nel mirino dei Carabinieri della Stazione di Sasso Marconi e Castiglione dei Pepoli. I militari hanno proceduto  all’applicazione della sanzione accessoria della sospensione dell’attività produttiva. Mentre la parrucchiera era rimasta aperta nei giorni festivi, il titolare di un bar perchè si è intrattenuto con alcuni clienti: invece di acquistare i prodotti da asporto e consumarli altrove, sono rimasti a bere una birra all’ingresso del locale.

Oltre alle sanzioni previste, i due titolari dovranno abbassare le saracinesche per cinque giorni.

Nella giornata di ieri, i Carabinieri del Comando Provinciale di Bologna hanno proceduto all’identificazione di 552 persone e al controllo di 437 veicoli e un centinaio di esercizi pubblici, durante i servizi relativi alle “Misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale”. 

Zona arancione, cosa si può fare e cosa no: spostamenti, sport, congiunti 

Decine di persone sono state sanzionate dai Carabinieri per il mancato utilizzo della mascherina di protezione e per gli spostamenti “fuori orario” (dalle ore 22:00 alle 5:00), senza valida motivazione.

I Carabinieri della Compagnia di Borgo Panigale hanno eseguito dei controlli all’interno dei parchi pubblici, sanzionando sei avventori. Anche un automobilista ubriaco è stato intercettato dai Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile. Il conducente, italiano sulla trentina, residente a Sasso Marconi, è stato sanzionato per la normativa anti Covid-19 perché stava transitando a zig zag per le strade del Comune di Monte San Pietro alle ore 22:30, senza alcuna motivazione. Sottoposto all’alcol test e risultato positivo con un tasso alcolico di 1,80 g/l, l’automobilista, è stato denunciato, sottoposto al ritiro della patente di guida e al sequestro del veicolo per la successiva confisca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento