Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Pianoro

Alle poste si spaccia per la madre, i Carabinieri scoprono 27 "furbetti" del reddito di cittadinanza

I denunciati sono stati segnalati alle autorità che avvieranno le procedure necessarie per recuperare la somma complessiva percepita illegalmente: 47.900 euro

Ancora controlli suilla regolarità delle dichiarazioni per percepire il reddito di cittadinanza. Dopo i casi di Ozzano, con 116 denunciati, questa volta è toccato ai Carabinieri della Stazione di Pianoro deferire 27 cittadini rumeni, 16 uomini e 11 donne, di età compresa tra i 20 e i 62 anni per false dichiarazioni.

Reddito di cittadinanza: 116 persone denunciate, contestati 300mila Euro

Tutto nasce da una telefonata che i Carabinieri della Stazione di Pianoro avevano ricevuto da un’impiegata postale che aveva sorpreso una donna rumena spacciarsi per un’altra persona, al fine di ottenere la Carta di pagamento elettronica (Carta Reddito di cittadinanza).

Giunti sul posto, i militari hanno appurato che la donna che si era presentata allo sportello era già in possesso di una Carta di pagamento elettronica intestata a lei e nell’occasione, aveva tentato di ritirare anche quella della madre. A quel punto, i Carabinieri di Pianoro hanno svolto ulteriori accertamenti sulle liste dei beneficiari, scoprendo che le due donne (madre e figlia) e gli altri 25 connazionali, avevano avviato le procedure per ottenere il beneficio in un centro di assistenza fiscale di Milano, dopodiché si erano recati a Pianoro per ottenere la carta di pagamento elettronica e tornare in Romania.

I denunciati sono stati segnalati alle autorità competenti che avvieranno le procedure necessarie per recuperare la somma complessiva percepita illegalmente: 47.900 euro.

Crevalcore, scoperti 25 'furbetti' del reddito di cittadinanza: incassati 65mila euro

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alle poste si spaccia per la madre, i Carabinieri scoprono 27 "furbetti" del reddito di cittadinanza

BolognaToday è in caricamento