Vandali davanti al carcere della Dozza: danneggiata l'auto di una agente

Anche scritte offensive contro la Polizia penitenziaria e diversi furti

Ennesimo atto vandalico, ieri, ai danni dell’auto di una poliziotta del carcere della Dozza. La denuncia arriva dalla segreteria del sindacato dei penitenziari - Sinappe - che chiede all'amministrazione penitenziaria un parcheggio riservato al personale dell’Istituto e di un sistema per la videosorveglianza.

"Dispiace dover far i conti, periodicamente, con gesti sconsiderati di chi non riesce proprio a rispettare la proprietà altrui, sia essa statale che privata", si legge nella nota del segretario Vitaliano Cinquegrana "sono molti gli episodi che si potrebbero riportare in questa nota, consumati dentro e fuori dal carcere". 

Oltre all'ultimo atto vandalico, sono state vergate diverse scritte offensive contro agenti di Polizia penitenziaria sulle pareti dell’ascensore, al piano terra della caserma, oltre alla scoperta di diversi furti. 

"Fatti gravi - continua Cinquegrana - che vengono consumati all’interno di uno spazio istituzionale, il più delle volte rimasti impuniti. Il Sinappe auspica che l’Amministrazione decida finalmente di investire risorse per la sicurezza e l’installazione di sistemi e apparati di sicurezza, in tempi brevi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento