menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rissa tra detenuti alla Dozza: volano mazze e sgabelli

Lo rende noto il sindacato Uil-Polizia Penitenziaria: "Molto personale è stato trattenuto in straordinario per poter assicurare gli invii in Pronto soccorso"

Due gruppi di detenuti extracomunitari si sono affrontati nel carcere bolognese della Dozza (ora Rocco D'Amato) ieri pomeriggio: 10-15 persone muniti di piedi dei tavoli e sgabelli divelti, hanno ingaggiato una mega-rissa, sedata "grazie alla professionalità della Polizia Penitenziaria intervenuta prontamente".

Lo rende noto il Segretario Generale del sindacato Uil-PA Polizia Penitenziaria, Domenico Maldarizzi: "Nonostante il rischio reale in corso, molto personale è stato trattenuto in straordinario per poter assicurare gli invii in Pronto soccorso" di alcuni 'contendenti': "A tutti gli Agenti di Polizia Penitenziaria di Bologna va il plauso del sindacato per l’alta
professionalità dimostrata e lo spirito di abnegazione al servizio". 

'Ghetti dove vige la legge del più forte'

"La questione sicurezza all'interno delle carceri va immediatamente rivista ed affrontata al più presto prima che capiti l'irreparabile", ha commentato Maldarizzi aggiungendo che "lo Stato deve garantire l'incolumità dei propri servitori nonché la tutela della loro salute, per cui è impensabile gestire gli istituti con tutti i ristretti liberi di pascolare all’interno delle sezioni, che ormai sono diventati dei veri e propri ghetti gestiti dallo stato dove vige la legge del più forte”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento