menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dozza: giovane detenuto tenta di impiccarsi: salvato dalla PolPen

I tentativi di suicidio sono passati da 88 a 125. Numeri alti anche per gesti di autolesionismo

Un giovane detenuto italiano che deve scontare dieci mesi di pena ieri sera ha tentato di impiccarsi. Si tratta di un altro tentato suicidio nel carcere della Dozza. Lo rende noto il sindacato dei penitenziari Sappe: "Grazie al pronto a intervento degl agenti - affermano Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto, e Francesco Campobasso, segretario nazionale - è stato evitato il peggio ed è stato possibile salvare la vita a questo giovane uomo che, trasportato in ospedale, dopo gli accertamenti necessari, è stato riportato in carcere, dove e' sorvegliato a vista".

Accadrebbe "a causa di una pessima orgazzazione che, a seguito della sentenza Torreggiani che ha condannato l'Italia per gli spazi troppo stretti, ha favorito la scelta dell'Amministrazione penitenziaria di aprire le stanze, lasciando che i detenuti siano poco sorvegliati e lasciati soli ad oziare tutt il giorno all'interno delle sezioni detentive, senza svolgere alcuna attività lavorativa o di formazione" quindi "la polizia penitenziaria ogni anno salva più di 1.000 vite nelle carceri italiane", dicono Durante e Campobasso. 

Secondo i dati Sappe, i tentativi di suicidio sono passati da 88 a 125, dal 2016 al 2017, steso trend di crescita a livello nazionale (da 1.011 a 1.135). E poi i gesti di autolesionismo che in Emilia-Romagna sono passati da 1.221 a 1.383.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento