Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Ancora un mese e mezzo di carcere per Patrick Zaki: trascorrerà il compleanno in cella

E' quasi scontato l'esito dell’ultima udienza che ha confermato altri 45 giorni di carcere. Intanto la petizione lanciata a gennaio è un successo, non solo in Italia

E' quasi scontato l'esito dell’ultima udienza che ha confermato altri 45 giorni di carcere per Patrick Zaki, lo studente dell'Alma Mater arrestato a febbraio del 2020 al Cairo, che il 16 giugno prossimo compirà 30 anni in una cella. 

"Ancora 45 giorni di rinnovo della detenzione per Patrick Zaki in Egitto. Da più di un anno e senza processo, mentre si avvicina il suo trentesimo compleanno. È accanimento giudiziario, come spiega Amnesty International - ha scritto in una nota il sindaco Virginio Merola - a Bologna non dimentichiamo e, con tante altre città italiane, siamo impegnati a tenere viva l'attenzione su questa vicenda. Uno studente della nostra Università, un cittadino di Bologna". 

Intanto, registra un successo, in Italia e in Europa, la petizione lanciata a gennaio dalla community Station to Station e 6000 Sardine su Change.org per conferire a Zaki la cittadinanza italiana e - di conseguenza - europea. Ad oggi il contatore registra 265mila firme in tutto, di cui circa 56mila da Spagna, Francia, Germania e Regno Unito. 

Patrick Zaki è cittadino onorario di Marzabotto 

"La campagna dal basso, le cui proposte sono state accolte con l’approvazione di una mozione al Senato ad Aprile ma rispetto alla quale il Governo - dopo aver favorevolmente accolto la mozione dando parere positivo, non ha ancora dato seguito - ha varcato, i confini italiani ed è arrivata nelle case di tutti i cittadini europei grazie ad una traduzione multilingue - si legge in una nota - I firmatari chiedono che 'tutte le nazioni europee, che continuano a fare affari di ogni genere con l'Egitto, mandino un segnale molto forte spingendo per il conferimento della cittadinanza italiana a Patrick. I governi devono prendere una posizione pubblica contro questa grave violazione dei diritti umani, visto anche che Patrick ha lasciato l’Egitto grazie a una borsa di studio sponsorizzata dall’UE”.

Presentazione della figurina solidale di Patrick Zaki 

"Sta male psicologicamente, prova rabbia": parla Marise, la sorella di Patrick

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora un mese e mezzo di carcere per Patrick Zaki: trascorrerà il compleanno in cella

BolognaToday è in caricamento