Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico / Via del Pratello

Denuncia FP-CGIL: "Carcere del Pratello obsoleto e precario, è una trappola"

La Funzione Pubblica Cgil torna a lanciare l'allarme sulle criticità dell'Istituto Penale: "Una sola scala, si potrebbe trasformare in una autentica trappola in caso di sisma o incendio"

La Funzione Pubblica Cgil di Bologna torna a lanciare l'allarme sulle "criticità che vive l'Istituto Penale per Minorenni di Bologna sia dal punto di vista organizzativo che gestionale".

Una nuova visita all'Istituto di via del Pratello per ribadire che "la struttura non è stata ancora completata e la sicurezza sui luoghi di lavoro non è, pertanto, assolutamente garantita" si legge nella nota CGIL.

Per accedere al reparto detentivo esiste una sola scala, si denuncia, e "qualora non fosse accessibile come via di fuga, trasformerebbe quel luogo di detenzione, per alcuni, e di lavoro, per altri, in una autentica trappola in caso di un evento sismico o di un incendio", episodio non raro all'interno dei penitenziari, l'ultimo un materasso dato alle fiamme e altre situazioni che hanno portato alcuni agenti a ricorrere alle cure mediche del caso. 

Da diversi anni si stanno eseguendo i lavori di ristrutturazione ma "l'impressione che si ha entrando nell'istituto è di accedere in un luogo obsoleto e precario. Non meno disastrosa è la situazione dell'organico di Polizia Penitenziaria che è gravemente carente".

Secondo FP-CGIL, i dati forniti dal Dipartimento della Giustizia Minorile parlano di 41 unità, come previsti dalla pianta organica stabilita sulla base del Decreto Ministeriale del 2001, ma "18 sono distaccati, quindi non presenti nella sede di Bologna. Questi distacchi hanno determinato inoltre l'assenza di unità appartenenti al ruolo dei sovrintendenti e degli ispettori. La professionalità del personale è messa a dura prova da diversi episodi problematici con i minori ristretti - puntualmente denunciati - all'autorità giudiziaria, che fino ad oggi sono stati gestiti con professionalità e per questo motivo non hanno avuto conseguenze di rilievo".

Viene definita "gestione approssimativa" quella dei vertici del Dipartimento "nonché dalla difficoltà della direzione stessa dell'istituto a risolvere nell'immediato le problematiche sopra citate. Tutto ciò fa percepire al personale il totale abbandono dell'istituto da parte dei vertici istituzionali". E non solo: "Dobbiamo misurare il silenzio del Dipartimento di Giustizia Minorile con il quale da mesi le Organizzazioni Sindacali chiedono di aprire un confronto per cercare soluzioni alle innumerevoli criticità dell'Istituto. Fino ad ora il personale si è limitato allo stato di agitazione ma al perdurare della situazione si dovranno valutare azioni più forti per dare peso alla vertenza".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Denuncia FP-CGIL: "Carcere del Pratello obsoleto e precario, è una trappola"

BolognaToday è in caricamento