rotate-mobile
Cronaca

Carcere Pratello: "Troppi detenuti e poco personale, a rischio lo spettacolo di teatro"

L'allarme arriva dalla Uil penitenziaria

Il progressivo aumento dei giovani detenuti nel carcere minorile del Pratello di Bologna, che ad oggi sono 45, e "la grave carenza di organico mettono a rischio le rappresentazioni teatrali della Compagnia del Pratello dal 26 al 29 agosto".

A lanciare l'allarme è il segretario nazionale della Uil Pa Polizia penitenziaria, Domenico Maldarizzi. In una nota, Maldarizzi spiega che "abbiamo appreso che la direzione del Pratello, giustamente, sta valutando l'idea di sospendere la manifestazione proprio per il grave sovraffollamento dell'Istituto e per la gravissima carenza di personale". Proprio per questo, aggiunge, "oggi abbiamo inviato una nota a tutti i livelli della giustizia minorile", chiedendo che "si intervenga con sollecitudine".

La presenza di ben 45 ragazzi all'interno del carcere minorile, afferma infatti Maldarizi, fa sì che "il personale presente sia costretto giornalmente a turni di servizio prolungati e continuamente richiamato in servizio per garantire quel minimo di sicurezza che, evidentemente, preoccupa la direzione al punto tale di pensare ad una sospensione di una delle attività trattamentali 'fiore all'occhiello' del Pratello". Per questo, chiosa il sindacalista, se "la finalità della pena è e deve essere sempre riabilitativa e rieducativa, come previsto dal nostro ordinamento penitenziario e dalla Costituzione, per tutte le istituzioni deve essere una priorità assoluta restituire alla normalità dei ragazzi che spesso, per primi, hanno subito violenza".

Carcere, Fp Cgil: "Giovane con il cellulare, al Pratello difficile gestione e sovraffollamento"

Insomma, sintetizza Maldarizzi, "quei ragazzi non possono essere considerati dei numeri, e la capienza della struttura non può essere valutata solo sulla base dei letti e delle celle a disposizione". Purtroppo, chiosa il segretario nazionale della Uil Pa Polizia penitenziaria, "la cosa che più ci rattrista è sapere che nessun sfollamento di ragazzi, più volte richiesto, viene autorizzato, né tantomeno vi è un aumento adeguato di personale di Polizia penitenziaria e dell'area educativa". Tuttavia, conclude Maldarizzi, "se non si corre subito ai ripari, tutto ciò non può che ricadere su un aumento del clima di tensione tra i minori ristretti, che potrebbe sfociare in eventi critici ben più gravi di quelli che ormai giornalmente accadono". (Ama/ Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carcere Pratello: "Troppi detenuti e poco personale, a rischio lo spettacolo di teatro"

BolognaToday è in caricamento