Sabato, 12 Giugno 2021
Cronaca Via Enrico Berlinguer, 7

Giallo di Zola: i corpi trovati sono di Carmelo Bonura e Marinella Odorici

Le indagini sulla morte misteriosa di un uomo e una donna rinvenuti questa mattina danno nuovi particolari. I corpi appartengono a Carmelo Bonura e Marinella Odorici

Il giallo di Zola Predosa rivela nuovi particolari: identificati i corpi di Carmelo Bonura e Marinella Odorici, protagonisti di una macabra storia che potrebbe aver condotto alla morte i due amanti attraverso una serie di giochi erotici. I corpi sono stati rinvenuti nell'appartamento del 65enne (agli arresti domiciliari per reati di droga): la donna a terra, probabilmente asfissiata, lui sul letto con ferite da taglio che potrebbe essersi inferto dopo aver capito di quello che era successo.

LA TRAGEDIA AL TERZO PIANO DI UNA PALAZZINA IN VIA BERLINGUER. L'episodio è avvenuto al terzo piano di una palazzina, in un appartamento del Comune assegnato all'uomo, in via Berlinguer. L'ingresso dei soccorsi, verso le 10.30, e dei carabinieri è stato reso difficile per la presenza di due cani, meticci, poi sedati.

MARINELLA ODORICI: AMAVA GLI ANIMALI E LA MODA. Dal profilo Facebook di Marinella Odorici, vittima di questa tragedia, si evince una personalità dolce e una donna amante degli animali e dei cani. Le vetrine, le scarpe i sandali e le amiche...queste le passioni di Marinella, che conosciamo meglio attraverso le immagini. Saranno le indagini a chiarire le dinamiche dei fatti.

BIGLIETTO DELL'UOMO. Un biglietto in cui Carmelo Bonura, 63 anni, esprime la propria disperazione e fa riferimento ad un gioco erotico come causa della morte accidentale di Marinella Odorici, 45. Le morti sono risalenti alla nottata. Ieri sera - anche se su questo punto sono in corso accertamenti - la donna era stata al concerto di Vasco Rossi allo stadio Dall'Ara, e presumibilmente era rientrata tardi. I due avevano una relazione, anche se non convivevano e anche la natura del rapporto è al vaglio degli investigatori. Le autopsie verranno conferite domani. Gli inquirenti si sentono comunque di escludere l'intervento di altre persone: la porta era chiusa e per entrare sono intervenuti i vigili del fuoco. Da un primo esame, il corpo della donna non presenta segni di lesioni visibili, ma ci sarebbero alcuni riscontri medico-legali che non fanno escludere un'asfissia. L'uomo invece si è pugnalato più volte e sono stati trovati alcuni coltelli. In via Berlinguer, anche il sindaco di Zola Predosa, Stefano Fiorini, che ha spiegato che in passato Bonura era stato seguito dai servizi sociali, quando gli fu assegnato l'alloggio comunale, ma ora non più. A dare l'allarme era stato il fratello della donna, preoccupato perché non si era presentata a un colloquio di lavoro, a Bologna.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giallo di Zola: i corpi trovati sono di Carmelo Bonura e Marinella Odorici

BolognaToday è in caricamento