Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Via Castiglione

Bottiglie vuote e un cartello: il blitz anti-abusivi di CasaPound

E' comparso questa notte davanti ai Giardini Margherita "in difesa dei diritti dei bolognesi": il cartello di CasaPound contro l'abusivismo

Questa notte sono apparsi all'ingresso dei Giardini Margherita, una serie di bottiglie vuote di birra e un cartello, firmato CasaPound Italia Bologna: "commercianti strozzati, abusivi coccolati". 

Alberto Tosi, responsabile di CasaPound Bologna spiega in una nota: "La situazione in città è diventata insostenibile per i commercianti di tutto il centro storico e non solo. Infatti le ordinanze restrittive del Comune impongono a chi gestisce regolarmente la propria attività diverse restrizioni, soprattutto per quanto riguarda orari di chiusura e vendita di alcolici. A giovarne però non sono i cittadini, bensì i venditori abusivi che approfittano della situazione per vendere alcolici e quant'altro indisturbati e senza concorrenza".

"CasaPound, da sempre in difesa di quelli che sono i diritti dei Bolognesi - prosegue la nota - non tollera che il Comune favorisca i venditori abusivi lasciandoli agire indisturbati mentre i commercianti regolari sono penalizzati da pesanti limitazioni. Basti pensare che solo la settimana scorsa un barista di Piazza Verdi è stato minacciato di morte da un venditore abusivo di birra e dall'inchiesta sulla situazione è anche emersa la testimonianza della richiesta ad alcuni automobilisti di un vero e proprio "pizzo" per passare dal centro da parte di uno spacciatore. Spacciatori e venditori abusivi sono, anche per la procura, due categorie collegate tra loro". 

"Con questa azione - conclude Tosi - vogliamo denunciare tale situazione e pretendiamo che il Comune di Bologna riversi la sua attenzione e le sue energie per contrastare gli abusivi e gli spacciatori, e non certo chi lavoro onestamente".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bottiglie vuote e un cartello: il blitz anti-abusivi di CasaPound

BolognaToday è in caricamento