Cronaca Monghidoro

Rubano 3mila euro ad ospite 85enne, gestori casa-famiglia nei guai

Durante la perquisizione della struttura di Monghidoro, i carabinieri hanno rinvenuto anche 35 grammi di marijuana

Durante la prima settimana di giugno è stata ospite di una casa-famiglia di Monghidoro. Poi, dopo giorni, il nipote dell'anziana, 85 anni, si è accorto di alcuni prelievi sospetti fatti con il bancomat della zia e si è così presentato dai carabinieri per denunciare l'accaduto.

I militari, analizzando le immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza dello sportello bancomat indicato nell’estratto conto dell’anziana, hanno scoperto che i prelievi erano stati fatti illecitamente, e in più occasioni, dalla coppia di gestori, due cittadini italiani, per un totale di 3.250 euro.

I Carabinieri della Stazione di Monghidoro, coadiuvati dai Carabinieri del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Bologna, si sono recati nella struttura per eseguire un decreto di perquisizione locale emesso dalla Procura della Repubblica di Bologna, Sostituto Procuratore Flavio Lazzarini. Ma durante le operazioni di ricerca volte a ritrovare il bancomat dell’anziana, hanno trovato 35 grammi di marijuana in uso al compagno della titolare, un soggetto che, inoltre, il 7 ottobre 2020 fu arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti (cocaina e marijuana) dagli stessi militari di Monghidoro.

La coppia di gestori è stata denunciata per ricettazione e indebito utilizzo di carte di credito e di pagamento in concorso, mentre il compagno della titolare dovrà rispondere anche di detenzione di sostanze stupefacenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubano 3mila euro ad ospite 85enne, gestori casa-famiglia nei guai

BolognaToday è in caricamento