menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto Ausl Bologna

foto Ausl Bologna

Crevalcore, inaugura la nuova Casa della Salute delle Terre d’acqua

La prima ad essere inaugurata all'interno di un prefabbricato all'indomani del terremoto del 2012, ritorna al Polo Barberini, completamente ristrutturato

La Casa della Salute delle Terre d’acqua, la prima ad essere inaugurata all’interno di un prefabbricato all’indomani del terremoto del 2012, ha la sua sede definitiva all’interno del Polo Barberini di Crevalcore, completamente ristrutturato grazie ad un investimento di oltre 7 milioni di Euro, da fondi europei, regionali e aziendali. 5.000 metri quadrati distribuiti su 3 piani, all’interno dei quali 40 tra medici, specialisti ed infermieri lavoreranno fianco a fianco per rispondere ai bisogni di salute e di assistenza dei cittadini di tutto il Distretto Pianura Ovest e promuoverne la salute a tutto tondo. Oltre 400 i cittadini che la frequenteranno ogni giorno.

Con la ristrutturazione del Polo si conclude la fase della emergenza sanitaria post-terremoto, come sottolineato simbolicamente ieri dalla chiusura da parte di Claudio Broglia, Sindaco di Crevalcore, del container che dal 1 ottobre 2012 ha ospitato la Casa della Salute, garantendo assistenza e cura ai cittadini del territorio.

La chiusura della sede provvisoria ha dato l’avvio alla inaugurazione, con la partecipazione, tra l’altro, di corpi bandistici, corali, gruppi di cammino e di 50 Associazioni di volontariato, attive nei 6 Comuni dell’Unione Terre d’acqua.

Riferimento per l’intero Distretto Pianura Ovest, la Casa della Salute delle Terre d’acqua affianca le altre 8 Case della Salute della Azienda USL di Bologna attive a Borgo Reno e San Vitale-San Donato a Bologna, e a Budrio, Casalecchio di Reno, Loiano, Ozzano, Sasso Marconi e Vergato nel resto dell’area metropolitana.

Più Casa meno ospedale. Snodo della rete dei servizi territoriali, la Casa è la porta d’ingresso al sistema metropolitano di offerta socio-sanitaria, e punta "a dare risposte appropriate e tempestive ai tanti e diversi bisogni di prevenzione, cura e assistenza, semplici o complessi, privilegiando la presa in carico, i percorsi multi-specialistici integrati in continuità con quelli offerti dall’ospedale, la vicinanza ai luoghi di vita".

I servizi. La Casa della Salute delle Terre d’acqua può contare sulla presenza dei Medici di medicina generale di Crevalcore, in grado di assicurare la continuità del servizio dalle 8 alle 19.30, dal lunedì al venerdì, e il sabato dalle 9 alle 12. Accanto a loro i Pediatri di libera scelta, la Pediatria di comunità, il Punto prelievi, la Salute mentale, il Consultorio familiare e pediatrico, la Continuità assistenziale ed il LOOP (Laboratorio di Osservazione, Organizzazione e Prevenzione) per la prevenzione delle dipendenze. La Casa offre diverse specialistiche ambulatoriali, la distribuzione diretta dei farmaci, l’assistenza infermieristica ed è uno dei riferimenti per la presa in carico di persone fragili con patologie come scompenso cardiaco,  diabete e  broncopneumopatia cronica ostruttiva.

All’interno della Casa anche le attività di screening per la prevenzione del tumore del collo dell’utero e del colon-retto e per l’eventuale percorso di diagnosi e cura. Già attivi anche il Percorso nascita, con la presa in carico delle gravidanze fisiologiche ed i corsi di preparazione alla nascita. In arrivo, nei prossimi mesi, un nuovo servizio ecografico dedicato al Percorso Nascita.

La Casa della Salute delle Terre d’acqua occupa due livelli del Polo Barberini, pian terreno e secondo, mentre il primo piano è interamente dedicato alla Casa Residenza per Anziani Barberini.

Al pian terreno trovano spazio il Punto di accoglienza, il CUP, 10 ambulatori dedicati ai Medici di medicina generale e ai Pediatri di famiglia, la Pediatria di comunità, la sala prelievi, il servizio di radiologia ed ecografia, lo screening per il tumore al colon-retto, l’ambulatorio infermieristico e quello dedicato ai pazienti fragili, la Continuità assistenziale e l’Area sociale e del Volontariato, di prossima attivazione.

Al secondo piano sono ospitati gli ambulatori specialistici di Cardiologia, Dermatologia, Epatologia, Neurologia, Oculistica, Otorinolaringoiatria e Audiologia, ai quali si aggiungeranno quelli di Oncologia e Ortopedia. Accanto a questi, gli ambulatori di Ostetricia e Ginecologia con il Consultorio familiare, di Geriatria e disturbi cognitivi della memoria, della Salute mentale, di Diabetologia, la Farmacia ospedaliera che assicura la distribuzione diretta dei farmaci e dei presidi per diabetici e il LOOP (Laboratorio di Osservazione, Organizzazione e Prevenzione) per la prevenzione delle dipendenze. Completano il secondo piano i locali tecnici, mentre i depositi, gli spogliatoi del personale e gli archivi sono collocati al piano interrato ed in una struttura esterna, alla quale si accede attraverso un ampio tunnel coperto.

Il primo piano, invece, è dedicato alla Casa Residenza per Anziani Barberini, che torna a Crevalcore dopo il trasferimento a San Giovanni in Persiceto a causa del terremoto del 2012. La Casa Residenza per Anziani dispone di 10 camere singole e 8 doppie.

Completano la Casa della Salute la Neuropsichiatria Infantile e il Centro Accanto, dedicato alle persone adulte con disabilità, entrambi direttamente collegati al Polo Barberini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Casalecchio: aperto il nuovo ristorante McDonald’s 

Salute

Più sedentari causa smartworking e Dad. La personal trainer "L'esercizio fisico è un 'farmaco', può previene malattie croniche"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento