Cronaca San Vitale

Case "Acer" San Vitale, le aiuole mangeranno i posti auto: 'E noi disabili?'

E la denuncia di una lettrice, che - insieme ad altri condomini ha avviato una raccolta firme - affinchè si riveda il progetto dei nuovi giardinetti contemplati a contorno del complesso residenziale

Spazio al verde nel complesso delle case Acer del Quartiere San Vitale. Il progetto in fase di avviamento prevede l'impianto di aiuole lungo le strade di collegamento tra i vari edifici, sottraendo pero' spazio utile al posteggio delle auto dei residenti. La cosa comporterebbe disagio ai condomini, in particolar modo a coloro che sono affetti da disabilità. Come denuncia una nostra lettrice, che insieme ad altri residenti della zona ha avviato una raccolta firme affinchè il Comune riveda il progetto.

"Abito in un complesso di condomini situato nel Quartiere San Vitale , appartenente all’ACER",  racconta R. a Bologna Today, attraverso una lunga lettera, che per amor di cronaca riportiamo integralmente: "Questi condomini sono collegati tra loro da stradine private che sono totalmente prive di manutenzione ovvero piene di buchi tant’è che quando piove le strade si trasformano in una piscina; “ovviamente” quando nevica sono totalmente impraticabili. Nonostante le precarie condizioni delle strade, queste risultano “utili” per parcheggiare le auto dei condomini: l’intero complesso ospita 220 appartamenti, per cui vi transitano almeno duecento automobili; a queste si aggiungono quelle dei clienti di una pizzeria situata a fianco del complesso abitativo e si aggiungeranno altre auto quando l’ultimo condominio ristrutturato verrà abitato.

Ora l’ACER, d’accordo col Quartiere San Vitale, per completare l’opera di ristrutturazione del complesso condominiale (che è iniziato 15 anni fa!) vuole sostituire le stradine di collegamento con un giardino con delle belle aiuole!! A duecento metri da questi palazzi è situato il Giardino Padre Giovanni Brevi che ospita anche il Centro Sociale “Scipione del Ferro”, per cui di spazi verdi circostanti ce n’è già abbastanza. Inoltre, nelle strade circostanti è impossibile parcheggiare: il complesso è circondato da strade prive di parcheggi, da due linee ferroviarie, da un passaggio a livello e da un sottopassaggio.

Dove metteremo le auto?  Ovviamente, durante lo svolgimento dei lavori, ogni condomino dovrà fare i salti mortali per entrare a casa propria, dopo aver lasciato chissà dove la propria automobile!

A ciò si aggiunge la particolare situazione delle persone con disabilità. Solo nel mio condominio ci sono 2 persone in carrozzina (una delle quali è la sottoscritta), 3 persone anziane sole, 2 cardiopatici e 1 con difficoltà motorie; tutti questi sono in possesso di regolare contrassegno per parcheggiare negli appositi parcheggi (strisce gialle). Immagino che la situazione sia simile negli altri condomini considerato che, essendo stati ristrutturati “di recente”, molti di questi (non tutti) sono privi di barriere architettoniche. Quando ci saranno i giardinetti dove parcheggeremo??? Inoltre, durante i lavori per creare il giardino, come accederemo al condominio, considerato che le strade saranno impraticabili?? Andremo tutti in albergo a spese del Comune di Bologna o dormiremo per strada (ovviamente d’inverno visto che i lavori inizieranno a breve!).
Nonostante varie raccolte firme di protesta, l’ACER e il Quartiere San Vitale non hanno voluto sentire ragioni e la risposta – ribadita durante l’ultimo incontro coi condomini tenutosi il 10 settembre scorso - è stata: 'Abbiamo stabilito di Iniziare i lavori entro settembre 2013!!'."

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case "Acer" San Vitale, le aiuole mangeranno i posti auto: 'E noi disabili?'

BolognaToday è in caricamento