Case Acer, in via Roncaglio presto alloggi liberi

Finalità del progetto è realizzare servizi abitativi temporanei per lavoratori che abbiano sufficiente capacità economica per sostenere il costo del servizio e la possibilità di raggiungere a breve autonomia abitativa

Nel complesso residenziale di via Roncaglio, gestito da Acer in convenzione con il comune, presto appartamenti liberi da destinare alle 'fasce deboli  della popolazione'. Attivo da inizio anno, il progetto prevede infatti "alloggi di permanenza temporanea per lavoratori, anche con  minori  a  carico”. Comprende 28 appartamenti per un totale complessivo di 88 posti letto: le abitazioni sono attualmente tutte occupate, ma in queste settimane inizieranno le prime uscite.

La struttura nasce dalla trasformazione dell’ex studentato di via Roncaglio 11/12,  zona  Corticella  del  quartiere  Navile.  L’edificio è situato nei pressi  dei  giardini  della  Ca' Bura, ccomprende  12  bilocali e 16 trilocali.  Al piano terra ci sono inoltre una lavanderia ad uso comune dotata di cinque lavatrici e due asciugartici, spazi comuni e biblioteca,  con libri per bambini da 0 a 18 anni e libri per adulti, anche in  inglese,  francese, spagnolo e arabo. Sempre al piano terra un internet point con rete wi fi e quattro computer. La  struttura è dotata di servizio di custodia e vigilanza, l’accesso è consentito mediante badge che
viene  fornito  in  dotazione ad ogni assegnatario dei posti letto e la cui scadenza  è  impostata  in  modo  tale  da non consentire l’accesso dopo la scadenza  del  contratto.  Per  garantire un buon livello di  convivenza, è inoltre  previsto  un  regolamento d’uso della struttura degli spazi comuni che essendo parte integrante del contratto di locazione viene consegnato al momento della firma del contratto.

Per l’assessore   comunale  alle  Politiche  abitative,  Riccardo Malagoli il  progetto "risponde  a  bisogni crescenti nella popolazione, soprattutto  in  questo  periodo  di  crisi.  Come amministrazione comunale mettiamo   a   disposizione   dei   cittadini   molteplici   strumenti  per l’abitazione,  per  soddisfare  anche chi chiede politiche abitative sempre meno  costose.  Come  Comune  dobbiamo  perciò  sempre  più attrezzarci per differenziare  l’offerta  abitativa  che  mettiamo  in  campo, guardando al futuro”.

Gli utenti che accedono alla struttura di via Roncaglio avranno un regolare contratto  di  locazione, di natura transitoria, della durata massima di 18 mesi,  periodo  necessario  alla  realizzazione  della  completa  autonomia alloggiativa  così  come  previsto dal progetto di accompagnamento da parte dei  Servizi Sociali. Per l’accesso al servizio è previsto un corrispettivo di 130 euro mensili a posto letto, nel bilocale, e 110 euro mensili a posto letto nel trilocale, oltre alle spese delle utenze.

Finalità  principale del progetto è realizzare servizi abitativi temporanei per  lavoratori,  occupati  nel  comune di Bologna, che abbiano sufficiente capacità  economica per sostenere il costo del servizio e la possibilità di raggiungere, grazie a percorsi di accompagnamento, una autonomia abitativa.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scambia la moglie per un ladro e chiama i Carabinieri

  • Ubriaca sul davanzale, cade giù dal terzo piano

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • E' Natale, a spasso per Bologna: le vetrine più originali

  • Perturbazione meteo, previsione nevicate: Autostrade mette in guardia

  • Neve in arrivo, non solo in Appennino: "Fiocchi anche in collina e possibili sorprese in pianura"

Torna su
BolognaToday è in caricamento