Casa: prezzi in calo per gli immobili in vendita sotto le Torri

-3% nel II semestre 2011 da un'indagine dell'Ufficio Studi Gabetti. Ecco l'andamento del mercato immobiliare nelle varie zone della città

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Calano i prezzi delle case in vendita a Bologna (-3%) nel II semestre 2011. Così da un'indagine dell'Ufficio Studi Gabetti su dati 'Gabetti- Professionecasa-Grimaldi'.
I tempi medi di vendita si allungano e vanno dai 4 agli 8 mesi e lo sconto medio è del 7-10%: il margine di trattabilità del prezzo iniziale con i proprietari è limitato, determinando un disallineamento tra domanda e offerta.

Tiene in questo momento la domanda di investimento in centro: si acquistano principalmente tagli medio piccoli, mono o bilocali da dare in locazione, beneficiando dell'elevata domanda di studenti e lavoratori fuori sede. Tra le zone più richieste quella dell'Università, Malpighi e Marconi.

Qu l'investimento medio per un bilocale è dai 150 ai 170.000 €, con canoni di circa 600 € al mese e rendimenti lordi intorno al 4,3%.

I canoni di locazione sono rimasti stabili: in zona centrale sono intorno ai 650 € al mese per i due locali, che diventano 800 € al mese nel caso dei tre locali. Il posto letto a studenti si affitta in camera singola a 300-350 € al mese, in doppia a 250 € al mese.
Le giovani coppie, a causa del difficile accesso al credito faticano ad acquistare la prima casa e rimangono prevalentemente in locazione o si spostano verso la periferia.
Un'altra categoria che si orienta alla locazione è costituita dagli stranieri, di cui molti svolgono attività commerciali nelle vie del centro storico. In questo caso i canoni del centro sono considerati troppo elevati, quindi si preferisce spostarsi in aree più periferiche alla ricerca di canoni più contenuti.
Le famiglie consolidate optano sia per metrature più ampie con maggiore disponibilità di parcheggio fuori dal centro, sia per le tradizionali zone più richieste del Centro Storico: Piazza S. Stefano e via Castiglione S. Domenico e Minghetti , con valori intoro ai 4.000 € al mq per il medio in buono stato e fino a 5.000 € al mq per il signorile ristrutturato a nuovo; via Saragozza (3.000 € al mq per il medio in buono stato), Piazza S. Felice (per il medio in buono stato siamo intorno ai 2700 € al mq, ma si arriva a 3.800 € al mq per gli immobili signorili ristrutturati a nuovo).

Come sottolinea Francesco Farnararo dell'agenzia Gabetti Costa: "In zona Costa - Saragozza è aumentata maggiormente la domanda di acquirenti che si orientano a immobili di medie/ampie dimensioni, indicativamente dai 300.000 in su, mentre il target medio basso che deve accedere ad un mutuo fatica maggiormente per acquistare. I tempi medi di vendita variano a secondo delle zone e delle tipologie e solitamente vanno dai 4 agli 8 mesi, con sconti medi in sede di chiusura del 8-10%".

I top prices si raggiungono in zona Tribunale e D'Azeglio in cui si arriva a 5.100 € al mq per il signorile ristrutturato a nuovo. In centro Storico rimane invece bassa la richiesta per piazza Verdi e via Zamboni, mentre via San Vitale, via del Pratello e alcune traverse di via Ugo Bassi (qui i prezzi medi sono di 2.500 € al mq) rimangono le vie a maggiore densità di stranieri.
Come investimento può essere consigliabile la zona Massarenti, in prossimità dell'Ospedale Sant'Orsola; qui i tempi medi di vendita vanno dai 5 ai 6 mesi con sconti in sede di chiusura intorno al 10%. Come sottolinea Luca Presicce, dell'agenzia Professionecasa di zona: "A livello di investimento si consiglia il taglio del bilocale, particolarmente ricercato a livello di locazione proprio per la vicinanza con l'Ospedale: con una spesa di circa 160.000 e canoni intorno ai 600 al mese si possono ottenere rendimenti lordi oltre il 4%. Chi acquista come prima abitazione, principalmente famiglie consolidate, che dispongono già della cifra necessaria all'acquisto, predilige invece trilocali già abitabili".

 

Torna su
BolognaToday è in caricamento