rotate-mobile
Cronaca

Caos in caserma: visioni e frasi senza senso, poi l'arresto

E' entrato come una furia perchè a suo dire, aveva delle visioni, ma a suo carico è emersa una condanna per rapina

Urla e frasi senza senso nel cortile del Comando regionale dei Carabinieri, in via dei Bersaglieri. Un 28enne bolognese è entrato di corsa, non si è fermato al controllo all'ingresso ed è stato denunciato per "ingresso arbitrario in luoghi ove l'accesso è vietato nell'interesse militare dello Stato".

Per sua stessa ammissione era sotto l'effetto di droghe e "vedeva delle persone". Dagli accertamenti però è emerso che a suo carico pendeva una misura cautelare del Tribunale di Parma per rapina e lesioni personali, reati commessi nel 2020. Il 28enne è stato arrestato e portato in carcere.

Il carabiniere lo sveglia, perde la testa e lo ferisce

Dà in escandescenze e spacca il finestrino dell'ambulanza

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos in caserma: visioni e frasi senza senso, poi l'arresto

BolognaToday è in caricamento