Cronaca Navile / Via Ferrarese

Sgombero e riprisino della ex Caserma Sani: all'interno 13 occupanti abusivi

Continua la ricognizione dello stabile, attualmente di proprietà della "Cassa Depositi e Prestiti". A seguito di segnalazioni, sono intervenute le forze dell'ordine: occupanti e allacci abusivi alla rete elettrica

Continua la perlustrazione della ex Caserma Sani che ha preso il via ieri, quando la Polizia del Commissariato Bolognina - Pontevecchio e la Squadra Mobile hanno effettuato una prima ricognizione dello stabile, attualmente di proprietà della “Cassa Depositi e Prestiti”.

A seguito di pressioni da parte delle istituzioni e dei cittadini e un incontro del Presidente del Comitato Navile Gianni Zuppiroli con il  dirigente della CDP, nonostante lo stabile fosse già stato sgomberato il 23 gennaio scorso, le forze dell'ordine sono intervenute nella struttura che è ormai diventato rifugio e terra di spaccio.

La questura di Bologna ha confermato che all’interno sono state identificate 13 persone, delle quali 7 di nazionalità rumena, un italiano, e 5 tunisini, che sono stati allontanati dalla struttura e denunciati in stato di libertà per il reato di “invasione di terreni ed edifici”.

Due cittadini rumeni, si erano inoltre allacciati abusivamente alla rete elettrica e sono stati denunciati per furto aggravato.

I cinque cittadini extracomunitari sono stati accompagnati in Questura, poiché non in possesso di documenti, e due di costoro erano poi denunciati per l’art. 14/5 del d.lgs. 286/98 (procedimento di espulsione - ndr).

Al termine del servizio l'ex caserma è stato riconsegnato alla proprietà, che sta provvedendo ad avviare i lavori per ripristinare la messa in sicurezza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgombero e riprisino della ex Caserma Sani: all'interno 13 occupanti abusivi

BolognaToday è in caricamento