Coronavirus nel bolognese, un caso a Longara di Calderara di Reno: "34 ragazzi in isolamento"

Il sindaco di Calderara Giampiero Falzone chiarisce la situazione e tranquillizza i cittadini: "Non si tratta di focolai. La situazione al momento è sotto controllo"

Preoccupazione a Longara, frazione di Calderara di Reno, per 34 casi di persone che potrebbero essere state a contatto con il Coronavirus. Si tratta di ragazzi fra i 17 e i 20 anni, individuati partendo dalla prima giovane risultata infetta e asintomatica, una ragazza 20enne del posto. Adesso sono tutti in isolamento come da procedura.

"Ho appena concluso un confronto con il Dipartimento di Sanità Pubblica dopo aver ricevuto la comunicazione di 34 ragazzi e ragazze posti in isolamento a Longara - ha comunicaro il sindaco di Calderara di Reno Giampiero Falzone -  La situazione è al momento sotto controllo ed attenzionata dall'ASL e dimostra che le procedure di controllo e sorveglianza sanitaria funzionano. Per la quasi totalità dei casi si tratta di ragazzi e ragazze tra i 17 ed i 20 anni".

"Non si tratta di un focolaio, ma serve responsabilità"

La misura di sicurezza è scattata a seguito dell'individuazione di una ragazza positiva al Covid-19 che, purtroppo, negli ultimi giorni, ha incontrato diverse persone: "Al momento non si tratta di un focolaio ma l'Asl in tempi rapidissimi è intervenuta per ricostruire i contatti. In questi giorni tutti coloro che sono stati messi in isolamento verranno sottoposti a tampone. Stiamo tutti calmi, niente panico e fidiamoci delle Istituzioni preposte. Lo ripeto, la rete sanitaria e pubblica funziona ma serve responsabilità, non possiamo essere superficiali e comportarci, anche in presenza di qualche sintomo, come ci comportavamo in passato. E' un attimo, infatti, che situazioni come questa si concretizzino ma non ce lo possiamo permettere, ne lo vogliamo. Bisogna continuare sempre ad essere prudenti e a rispettare tutte le regole che oramai tutti conosciamo, mi raccomando". 

"Annullate alcune manifestazioni previste per questi giorni"

"Vista la concomitanza di battesimi ed il potenziale rischio assembramento, in attesa delle indagini epidemiologiche a Longara, come atto di responsabilità riteniamo doveroso in via precauzionale annullare l'inaugurazione della Piazza di Longara prevista alle 18.00. Mi scuso, avremo modo di riprogrammarla, ma riteniamo giusto fare così perché il principio di precauzione deve essere il nostro faro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Giornata del Parkinson, le neurologhe: "Per combattere la malattia, tre tipi di terapie avanzate"

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento