Cronaca

Caso Logista, Si Cobas: "Per ora in cassa, ma azienda dovrà rispondere a lavoratori"

Il sindacato di base insiste: "Nessuna crisi, ma solo voglia di spostare il lavoro dove costa meno". E bachetta le sigle confederali: "Potevano indire uno sciopero negli altri siti del gurppo"

"Per ora ai lavoratori dell’appalto Logista viene garantita la possibilità di un ricorso temporaneo agli ammortizzatori sociali. E’ chiaro tuttavia che non possiamo definirci soddisfatti per questo risultato".

Così il comunicato di Si Cobas a margine del terzo incontro tra sindacati, soggetti istituzionali e azienda, in merito ai licenziamenti annunciati via Whatsapp da Logista, multinazionale della logistica con sede all'Interporto di Bologna.

All'ordine del giorno dell'incontro la disciplina sul ricorso il ricorso alla Cassa Integrazione per i lavoratori e le lavoratrici in appalto Logista. L’incontro -fa sapere il sincadato- si è concluso con la firma del verbale che disciplina il ricorso alla cassa integrazione (Fis) fino al 31 ottobre con integrazione piena al salario per i facchini e le facchine di Logista.

Ma per Si Cobas si tratta di una mezza vittoria. "Nulla è stato riferito -insiste la sigla di base- sulla sorte dei lavoratori diretti di Logista a cui era stato proposto di trasferirsi a Tortona o di licenziarsi".

Il ttto sarebbe demandato a un altro incontro, fissato per ora al 19 Agosto, dove "si dovrà svolgere un nuovo incontro in cui affrontare in maniera più strutturata il futuro dei lavoratori e delle lavoratici".

Sempre secondo Si Cobas "ad oggi Logista non si è ancora sentita in dovere nemmeno di presentare le motivazioni alla base della scelta imposta ai lavoratori e alle lavoratrici del territorio emiliano".

Per la sigla di base però "nessuna motivazione apparente sembra giustificare tali scelte" ma nel frattempo "in altri luoghi del Belpaese vengono spostate le lavorazioni, semplicemente dove il costo del lavoro è più basso". Infine un ultima frecciata è indirizzata alle sigle confederali: "Ci chiediamo come mai di fronte a tanta arroganza padronale questi sindacati non sentano nemmeno l’esigenza di proclamare lo sciopero nel resto dei siti Logista in cui sono presenti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Logista, Si Cobas: "Per ora in cassa, ma azienda dovrà rispondere a lavoratori"

BolognaToday è in caricamento