Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Caso Cucchi: presidi e volantinaggi di Rifondazione in regione

Da giovedì a sabato Rifondazione Comunista ha organizzato volantinaggi e presidi informativi e di solidarietà dopo l'assoluzione degli infermieri e gli agenti della penitenziaria

Da giovedì a domenica Rifondazione Comunista organizzerà in Emilia-Romagna volantinaggi e presidi informativi e di solidarietà sul caso di Stefano Cucchi. Dopo la sentenza di primo grado nel processo per la sua morte, dove "incredibilmente sono stati condannati i medici per omicidio colposo mentre sono stati assolti gli infermieri e gli agenti della penitenziaria" si legge in una nota, "siamo indignati e schifati, perché - con questa sentenza - hanno voluto negare ciò che è lampante agli occhi di tutti: Stefano Cucchi è stato barbaramente pestato, e le sue condizioni - quando è arrivato in ospedale - erano già molto gravi.

"UCCISI DA CHI TI DOVREBBE TUTELARE". Non c'entrano solo i medici" scrive Nando Mainardi, segretario Prc della regione. Con l'iniziativa si vuole "contribuire ad informare le cittadine e i cittadini che si può morire anche così: uccisi da chi ti dovrebbe tutelare, curare e dovrebbe occuparsi del funzionamento della giustizia" e sarà anche l'occasione "per manifestare la nostra vicinanza e la nostra solidarietà alla sorella Ilaria, a tutti i famigliari e gli amici di Stefano".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Cucchi: presidi e volantinaggi di Rifondazione in regione

BolognaToday è in caricamento