Cronaca

Cassa integrazione 2013: già raddoppiata rispetto all'anno scorso

In Emilia-Romagna +82% rispetto a gennaio 2012. Mattioli, Politiche contrattuali segreteria Cgil E-R"Conseguenze drammatiche sul tessuto produttivo e sociale di una crisi che perdura da 5 anni"

In gennaio il ricorso alla Cassa integrazione in Emilia-Romagna è stato pari all'82% in più rispetto allo stesso mese del 2012 (6,8 milioni di ore rispetto ai 3,7 milioni di ore del gennaio 2012). Dopo un 2012 di notevoli difficoltà, l'inizio di quest'anno conferma il perdurare di una crisi che pare non abbia mai fine. A Bologna, fra le altre, preoccupazione per i lavoratori de La Perla, della Sisma di Crespellano.

Se a questo si aggiungono le 93 milioni di ore cassa integrazione utilizzate nel 2012, le 10.000 domande di mobilità e le 141.000 domande di disoccupazione complessivamente presentate nel 2012 nella regione, "ci rendiamo conto delle conseguenze drammatiche sul tessuto produttivo e sociale emiliano romagnolo di una crisi che perdura ormai da cinque anni". Lo sottolinea Antonio Mattioli, responsabile Politiche contrattuali della segreteria Cgil E-R. "Anche per queste ragioni - aggiunge - le decisioni assunte dal Ministero del Lavoro e dall'Inps di bloccare i pagamenti degli ammortizzatori in deroga dell'ultimo periodo del 2012 e la mancata decretazione per la copertura degli ammortizzatori in deroga del 2013 sono irresponsabili e rendono insostenibili le condizioni di migliaia di lavoratori e lavoratrici, minando la coesione sociale. Il 15 febbraio saremo unitariamente davanti a tutte le Prefetture della nostra regione per ottenere risposte immediate da parte del Governo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassa integrazione 2013: già raddoppiata rispetto all'anno scorso

BolognaToday è in caricamento