Cronaca Centro Storico / Via Don Giovanni Minzoni

Chiuso il Cassero: dopo la violenta rissa in pista, 10 giorni di stop all'intrattenimento

Dieci giorni di sospensione per il locale, a cui sarebbe stato contestato un ritardo nell'allertare i soccorsi durante il pestaggio di un giovane, aggredito mentre ballava

Chiuso per dieci giorni il "Cassero", così ha ordinato la Questura di Bologna contestato un ritardo nell'allertare i soccorsi durante la rissa violenta scatenatasi all'interno del locale lo scorso venerdì. La serranda resta abbassata per tutte quelle attività che sono legate all'intrattenimento e alla somministrazione di bevande, mentre naturalmente restano attive le attività del LGBT Center.

Sospensione delle attività a partire dalla giornata di oggi: è stata infatti emessa stamattina la notifica del provvedimento al Presidente del Circolo, che sul filo della chiusura ha appena fatto in tempo ad ospitare Vladimir Luxuria, ieri protagonista della serata in via Don Minzoni.

'Si tratta di un provvedimento molto severo - ha commentano il questore di Bologna Vincenzo Stingone -  dato dal fatto che l’immediatezza nell'allertare le forze dell'ordine in casi come questo è di fondamentale importanza per le indagini’. E' stata inoltre sottolineata, come in occasione della convocazione per lo stop al Matis, l'importanza di una buona gestione dei locali, nonostante la buona fede dei titolari, con regole e cure da trasferire a tutti i dipendenti.

L'AGGRESSIONE IN PISTA. Il grave episodio di violenza ha avuto luogo all'interno del locale lo scorso venerdì, durante una serata danzante organizzata in collaborazione con l’Echos di Riccione. La lite è scaturita da futili motivi. Due ragazzi erano al guardaroba per depositare i giubbotti, uno ha fatto per scavalcare la fila, l'altro l'ha ripreso. Sono volate parole e poi la sfida: 'Vieni fuori', ha intimato uno all'altro, invitando il contendente a regolare i conti all'uscita del locale. Provocazione non raccolta dalla vittima, che però qualche ora dopo si è imbattuto nel rivale, in pista. Qui è stato aggredito a suon di  calci e pugni, fino all'intervento dei buttafori del locale. Il ragazzo ha riportato ferite gravi, soprattutto alla mandibola, tanto che si è poi reso necessario un intervento chirurgico presso l'ospedale Bellaria. Poco tempo dopo è stato individuato l'aggressore dalla Polizia: si tratta di un 25enne con all'attivo diversi precedenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiuso il Cassero: dopo la violenta rissa in pista, 10 giorni di stop all'intrattenimento

BolognaToday è in caricamento