menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Castel del Rio: in casa ossa umane e ordigni bellici, arrestato 49enne

L'uomo si è presentato spontaneamente in Caserma giovedì sera portando con sé una cassa contenente anche diverse granate

Un 49enne di Castel del Rio è stato arrestato dai Carabinieri con l'accusa di sottrazione di cadavere e detenzione abusiva di munizionamento da guerra. L'uomo si è presentato spontaneamente in Caserma giovedì sera portando con sé una cassetta contenente ossa umane (una mandibola con denti e una protesi dentale), probabilmente appartenenti a un soldato tedesco caduto in guerra, 127 proiettili cal. 7,62, 3 granate da lancio con carabina o a mano, da 20 mm, parte di una granata tedesca, un mirino per fucile, una piastrina metallica di riconoscimento, oltre a 47 bottoni metallici, la parte di una sciarpa in stoffa, una gavetta metallica, un recipiente metallico, due spazzolini da denti, un tubetto di dentifricio esaurito, un portasapone, alcuni recipienti circolari metallici, 3 fibbie metalliche, un cucchiaino e un pettine.

I Carabinieri hanno immediatamente messo in sicurezza il materiale esplosivo e hanno raccolto la testimonianza dell'uomo che ha riferito di aveva rinvenuto il tutto nei mesi scorsi in un terreno.

L’uomo è stato arrestato, ma, essendo incensurato, è stato rimesso in libertà su disposizione dell’Autorità Giudiziaria (Art. 121 delle disposizioni attuative del c.p.p.).

Il materiale consegnato ai Carabinieri è stato sequestrato e analizzato dagli uomini della Sezione Investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale Carabinieri di Bologna, in attesa di ulteriori provvedimenti, mentre i resti ossei sono stati depositati presso la camera mortuaria dell’AUSL di Imola.

Dopo l'esplosione di un ordigno bellico in un garage a Monterenzio che domenica scorsa ha fatto due morti, un uomo di 66 anni e la sua compagna di 43, i Carabinieri lanciano un appello a tutti coloro che rinvengono ordigni a rischio di deflagrazione perchè avvisino immediatamente avvisare le Forze dell’Ordine, senza prendere altre iniziative, quali il maneggio, lo spostamento o perfino il trasporto e la detenzione presso le proprie abitazioni. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento