Cronaca Via Antonio Gramsci

Uomo morto a Castel Maggiore: aveva dei debiti, le indagini sembrano pendere sul suicidio

Si sarebbe avvelenato con un prodotto anti-gelo che era nel garage dove è stato trovato il corpo. Lunedì l'autopsia che chiarirà diversi punti

Ieri il ritrovamento del suo corpo nel garage della madre a Castel Maggiore: le indagini, che hanno appurato che l'uomo è deceduto per avvelenamento (ha ingerito dell'antigelo) attendono l'autopsia di lunedì per confermare una tesi molto probabile, quella del suicidio per motivi che si possono collegare a una difficile situazione economica.

Il 50enne trovato in via Gramsci a Castel Maggiore era un agente assicurativo che da un po' di tempo aveva dei debiti. Sarà l'esame autoptico eseguito a inizio settimana dal medico legale Emanuela Segreto a chiarire le cause della morte, anche con gli esami tossicologici. Il pm Massimiliano Rossi ha aperto un fascicolo con l'ipotesi tecnica di istigazione al suicidio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uomo morto a Castel Maggiore: aveva dei debiti, le indagini sembrano pendere sul suicidio

BolognaToday è in caricamento