menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In giro in auto dopo il coprifuoco: dalla perquisizione spuntano armi e droga

Obbligo di dimora per un 54enne

Carabinieri della Stazione di Castel San Pietro Terme hanno arrestato un 54enne italiano durante un servizio notturno dedicato al contenimento dell’emergenza epidemiologica.

Alla vista dell’uomo che si stava aggirando in via Scania alla guida di un Fiat Fiorino, i militari si sono avvicinati per identificarlo e, in base alla normativa anti Covid-19, sapere le motivazioni dello spostamento, considerato l’orario notturno (ore 03:35) e la provenienza da un altro comune.

Non riuscendo a fornire una risposta adeguata ai Carabinieri, l’automobilista, gravato da precedenti di polizia e all’apparenza sospetto, come se stesse nascondendo qualcosa, è stato sottoposto a una perquisizione personale, veicolare e domiciliare. Quest’ultima, avvenuta all’interno di un appartamento di Medicina con la collaborazione con i colleghi della Tenenza, ha consentito ai militari di trovare 135 grammi circa di sostanza stupefacente del tipo hashish e marijuana, una bilancina di precisione, del materiale adatto alla coltivazione della canapa indiana e al confezionamento della stessa, due mannaie, sei coltelli, una pistola scacciacani e centinaia di proiettili, alcuni veri e altri a salve.

Su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna, il 54enne, arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione abusiva di armi e munizioni, è stato tradotto in camera di sicurezza. In sede di direttissima, l’arresto è stato convalidato e l’automobilista è stato rimesso in libertà con l’obbligo di dimora notturna nel comune di residenza.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

social

Oggi è il Blue Monday: il giorno più triste dell'anno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento