rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Cronaca Imola

Blitz in appartamento a Castel S. Pietro: trovati droga e contanti, madre e figlio in arresto

Attività anti-droga nel Nuovo Circondario Imolese: altre due denunce e un arresto nella giornata di ieri

Arrestati madre e figlio italiani di 48 e 24 anni con l'accusa di spaccio di stupefacenti, dopo un blitz in appartamento dei Carabinieri della Stazione di Castel San Pietro Terme.

Marijuana, un bilancino elettronico di precisione, 2.200 euro in contanti, è quanto rinvenuto e sottoposto a sequestro. I due sono stati sottoposti agli arresti domiciliari su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna.

I Carabinieri della Stazione di Dozza hanno denunciato due italiani, un 18enne e un 23enne, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. E’ successo ieri pomeriggio sulla via Emilia, all’altezza di Toscanella, quando i militari hanno sorpreso il 23enne con alcuni grammi di marijuana, 560 euro in contanti e un bilancino di precisione. La sostanza stupefacente si trovava all’interno di un marsupio che il giovane aveva nell’auto che stava guidando in compagnia di un passeggero, l’amico 18enne risultato negativo al controllo, ma non a quello domiciliare. I militari, infatti, hanno approfondito il controllo nell’abitazione dei due ragazzi. Mentre a casa del 23enne non sono state trovate sostanze, in quella del 18enne sono stati rinvenuti un’ascia e altri grammi di marijuana.

I Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Imola hanno arrestato un 25enne imolese ai sensi dell’Art. 73 del D.P.R. 9 ottobre 1990, n. 309 “Produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope”. E’ successo durante una perquisizione domiciliare che i Carabinieri hanno eseguito a casa del giovane. Trovate piante e ramoscelli di cannabis in corso di essiccazione, un bilancino elettronico di precisione e attrezzatura (lampade al sodio, termostato digitale, ventilatore, aspiratore e deumidificatore) idonea a ricreare il clima adeguato per la crescita delle piante. Ieri mattina, in sede di giudizio direttissimo presso il Tribunale di Bologna, l’arresto è stato convalidato e il giovane è stato rimesso in libertà con l’obbligo di presentarsi tre volte a settimana presso gli uffici della Polizia Giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz in appartamento a Castel S. Pietro: trovati droga e contanti, madre e figlio in arresto

BolognaToday è in caricamento