Sfruttamento della prostituzione, un arresto a Casteldebole

Arrestato un 44enne, che avrebbe costretto una donna per strada, minacciandola. Le cose però sembra andassero avanti da tempo

I carabinieri del nucleo Radiomobile di Bologna hanno arrestato un 44enne per estorsione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

E’ successo ieri sera a Casteldebole, quando i militari hanno soccorso una donna che era stata picchiata da un uomo. Identificata la vittima, emotivamente sotto shock e col volto tumefatto, la stessa ha raccontato di essere stata presa a pugni dal suo “fidanzato-protettore”.

Portata in un luogo sicuro e tranquillizzata, la donna è scoppiata in lacrime e ha raccontato ai militari la sua storia. Secondo quanto riferito dalla vittima tutto è iniziato qualche mese fa a Bologna, dove a causa della crisi economica, la donna sarebbe stata indotta alla prostituzione per le strade di Casteldebole, per fronteggiare alle spese domestiche. Una forma di prostituzione legata a regole rigide che il suo “fidanzato-protettore” le aveva imposto: 100 euro a prestazione per clienti, tassativamente italiani.

Ogni volta che la vittima non riusciva a rispettare quelle direttive, facendosi pagare di meno (70 euro per una prestazione sessuale completa, come previsto nel 'tariffario' bolognese), oppure accogliendo clienti stranieri, il suo protettore, cui doveva elargire la somma totale degli introiti (circa 1.000 euro al mese), la picchiava.

Quanto raccontato si è ripetuto anche ieri, quando la donna è stata presa a pugni dal suo “fidanzato-protettore” che la stava sorvegliando da lontano. Alla vista di un cliente straniero che si stava avvicinando, l’uomo ha aggredito la donna alle spalle: “Devi andare solo con gli italiani, se vai con uno straniero ti taglio la gola!”, avrebbe detto l'uomo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Appreso il triste racconto, gli operativi del Radiomobile di Bologna si sono messi alla ricerca dell’uomo, identificato come cittadino rumeno -connazionale della donna- arrestandolo poco dopo nelle vicinanze. Su disposizione della procura l’uomo è stato tradotto in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, tre ragazzi positivi nei licei di Bologna: controlli su 90 tra studenti e professori

  • Maltempo a Bologna e provincia: persone intrappolate dall'acqua, allagato anche l'asse attrezzato

  • Scuola, altri due casi di Covid al Fermi e alle Guido Reni

  • Due locali di Bologna tra le '20 Migliori Pizze in Viaggio in Italia'

  • Covid, tre positivi in due istituti scolastici di Bologna. Una classe del Liceo Righi in quarantena

  • Dolci e leccornie: 5 imperdibili pasticcerie a Bologna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento