Cronaca

Centrodestra contro Merola: "Sicurezza ad ottobre? Offende la città"

Il sindaco ieri ha affermato di volersi occupare di sicurezza dopo il mandato

Il centrodestra bolognese non perdona al sindaco Virginio Merola di volersi occupare di movida e sicurezza nelle città dopo lo scadere del suo mandato da sindaco, ad ottobre.

Dopo la Lega, va all'attacco anche Fratelli d'Italia. Come riporta l'agenzia Dire, per il capogruppo in Regione Fdi Marco Lisei, quello in Comune Francesco Sassone e il vicecoordinatore regionale Stefano Cavedagna le parole di Merola sono una "presa in giro e denotano una mancanza di rispetto nei confronti dei bolognesi", una "vera a propria offesa verso i cittadini - la definiscono i meloniani - che in questi dieci anni hanno chiesto a lui ed alla sua giunta, ma senza alcun risultato tangibile, di occuparsi del tema e di intervenire in maniera decisa e risolutiva per porre fine alla movida incontrollata che da anni sta rendendo la vita impossibile, tra le tante zone di Bologna, ai residenti di Piazza San Francesco, Piazza Verdi, Piazza Aldrovandi e alla zona universitaria in generale".

Agli occhi di Fdi, dunque, "non solo quindi il sindaco lascia una città più insicura e degradata, non solo vorrebbe passare il testimone al più inadeguato dei suoi assessori, ma addirittura si burla delle sofferenze dei tanti cittadini che speravano potesse migliorare qualcosa". Dieci anni, quelli di Merola a Palazzo D'Accursio, "nei quali sulla sicurezza non è stato fatto nulla, di scaricabarile sulle forze dell'ordine e vuoto assoluto. Già i bolognesi dovranno sorbirsi questa eredità, almeno che non vengano derisi", concludono Lisei, Sassone e Cavedagna.

Ma le parole di Merola hanno suscitato la reazione anche di Francesca Scarano numero uno della Lega in Comune. "Sapere direttamente dal sindaco che al termine del mandato si occuperà della sicurezza in città ci lascia un po' basiti e la domanda che ci si pone è perché in questi dieci anni questo argomento non è stato posto nella priorità dell'agenda di governo della città", afferma Scarano.

La sicurezza "sicuramente non è un argomento semplice da gestire ma parlare sempre e solo di percezione come continua a fare la sinistra ci ha portato a situazioni davvero difficili e non stiamo parlando di assembramenti tra giovani, ma di vere e proprie azioni criminali che ogni giorno la città vive".

Merola: "Dopo ottobre vorrei occuparmi di sicurezza"|VIDEO

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centrodestra contro Merola: "Sicurezza ad ottobre? Offende la città"

BolognaToday è in caricamento